martedì 07 agosto 2012 Attualità
Fine del progetto estivo

“Le Quattro eRRe”, un’avventura senza paragoni

La seconda edizione del progetto estivo ha visto la partecipazione di bambini e ragazzi interessati alla cultura, all'arte, al riciclaggio, all'inglese e alla chimica

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
Attività dei ragazzi
- Attività dei ragazzi © n.c.

A pochi giorni dalla fine del progetto estivo, la piazzetta antistante la Pro Loco e l’Ufficio IAT di Ruvo di Puglia è di nuovo silenziosa. Ormai non ci sono più i ragazzi de “Le Quattro eRRe” che con la loro vitalità, per 35 giorni, dall’11 giugno al 27 luglio, hanno animato e colorato i pomeriggi delle giovani volontarie della Pro Loco di Ruvo di Puglia.

La seconda edizione del progetto estivo ha visto la partecipazione di bambine/i e ragazze/i interessati alla cultura e all’arte, sempre alla ricerca di nuovi esperimenti di chimica, entusiasti di parlare una lingua che non li appartiene per natura, l’inglese, e coinvolti nel riciclo di ogni tipo di materiale per dare vita agli “abiti” che hanno indossato per la grande serata.

Infatti Venerdì 27 luglio, presso la piazzetta di Via Vittorio Veneto, si è tenuta la serata conclusiva de “Le Quattro eRRe”.

Ma che cosa sono le “quattro eRRe”?

Sono i nomi dei quattro laboratori che si sono tenuti per ben sette settimane presso la Pro Loco di Ruvo di Puglia. Riassumiamoli un po’… Il primo, “Ruvo in arte”, a cura di Elisabetta e Antonella Serafino, ha visto i ragazzi impegnati con la manipolazione dell’argilla e i tour culturali alla visita dei monumenti più importanti della loro città.

Durante il laboratorio di inglese, “Re-educating”, a cura di Carmela Pellicani e Maria Romano, i ragazzi hanno ripercorso la storia del teatro greco e si sono preparati per la rappresentazione teatrale del mito del Talos, presentata ai genitori l’ultimo giorno del progetto. La rappresentazione, molto apprezzata e applaudita, è avvenuta in inglese mentre la narrazione è stata in italiano e inglese, in modo da permettere agli spettatori la comprensione del mito che ha reso la nostra città nota e conosciuta a livello non solo locale.

Gli “abiti” che hanno indossato per la rappresentazione finale e la scenografia sono stati il frutto del laboratorio “Ricicliamo”, a cura di Ketty Gramegna, Mariella Bucci e Rosalia Pesce, che si sono impegnate affinché i ragazzi potessero realizzare i costumi da scena a partire dai materiali di riciclo, come la  carta e la plastica.

Sempre per la serata conclusiva, i ragazzi hanno presentato ai propri genitori l’esperimento di chimica che più di tutti ha scatenato il loro interesse (il dentifricio dell’elefante) durante il laboratorio “Reazioniamo”, a cura di Carmela Amenduni.

Non è da dimenticare il gemellaggio avvenuto con la Pro Loco di Bisceglie in due appuntamenti, venerdì 29 giugno a Bisceglie e venerdì 6 luglio a Ruvo di Puglia. I giovani volontari della Pro Loco di Bisceglie, stimolati dalla precedente edizione ruvese, si sono cimentati nella realizzazione di un progetto simile, “Imparo e gioco con la Pro Loco”. Orgogliosi e soddisfatti per il grande successo dei progetti, Rocco Lauciello e Vincenzo De Feudis, rispettivamente i presidenti della Pro Loco di Ruvo di Puglia e di Bisceglie, hanno espresso gratitudine verso tutti i giovani volontari che si sono impegnati nella realizzazione di questa grande avventura estiva.

«Un ringraziamento particolare - dicono Carmela Pellicani e Ketty Gramegna - noi responsabili dei singoli progetti, lo rivolgiamo alla Pro Loco di Ruvo di Puglia, che ci ha permesso di mettere in campo le nostre competenze, e a Loredana Lamura, Vincenzo Colaprice e Giuseppe Tedone, che ci hanno accompagnato durante questi giorni con la loro pazienza e gentile disponibilità.

L’ultimo ringraziamento va a tutti i genitori dei partecipanti, i quali hanno creduto nel nostro progetto, novità rispetto alle altre attività estive, che non ha nulla da imitare».

 

*Si ringraziano Carmela Pellicani e Ketty Gramegna

Commenta la notizia

Non verranno convalidati i commenti che:

  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
{ "items": [{ "data_inizio": "2013/12/01", "data_fine": "2013/12/01", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/quinto-cornice.jpg", "href_immagine": "https://www.facebook.com/photo.php?v=10200778094078546&set=vb.638337366217227&type=2&theater", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#0A1622", "top":"180" }] }