lunedì 13 agosto 2012 Attualità
Ruvo e l'estate

Ruvesi in vacanza, nonostante tutto

Abbiamo chiesto ad alcune agenzie di viaggio di Ruvo di illustrarci la situazione

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
In vacanza
In vacanza © n.c.

Anche quest’estate, come tutte le ultime estati, vede tanta gente impegnata a far quadrare i conti debilitati dalla crisi economica per poter andare in vacanza.

Per i ruvesi è lo stesso? Come reagiscono a questa situazione di standby? E’ cambiato qualcosa rispetto agli altri anni?

Per rispondere a queste domande, abbiamo chiesto ad alcune agenzie di viaggio di Ruvo di illustrarci la situazione.

Le agenzie di viaggio hanno registrato un calo, ma non abbastanza rilevante da far notizia.

«La crisi c’è, ma non si sente in maniera rilevante», dicono le agenzie Maggialetti e Masterpiece.

«Nonostante tutto, è importante far notare che è cambiata la tipologia di persone che prenotano viaggi: se un tempo la fascia medio-alta della popolazione prenotava le vacanze, adesso la fascia media è totalmente scomparsa.

Quindi viaggia solo chi ne ha le possibilità. Nel tempo infatti è cambiata non la quantità, ma la qualità del viaggio: sono preferiti infatti i week end e i last minute dove appunto c’è un minor costo».

E’ curioso l’atteggiamento  che si verifica nelle agenzie di viaggio: «piuttosto che arrivare con una destinazione predefinita e magari vedere qual è il costo complessivo del viaggio, ora i clienti arrivano già con una somma di denaro predefinita e vedono se c’è qualcosa disponibile a quel prezzo, anche se va contro i gusti personali».

Segno che, nonostante la crisi, nessuno rinuncia alle beneamate ferie.

Anche il tempo di prenotazione è cambiato: «di solito, gli anni scorsi, si prenotava 4 o 5 mesi prima, mentre adesso massimo una ventina di giorni prima in favore degli ormai conosciutissimi last minute. Le mete però sono rimaste sempre le stesse: sia l’Italia che l’Estero sono le mete maggiormente ambite, dalla crociera alle isole mediterranee. Molto richiesta è quest’anno la Puglia».

Un segno abbastanza positivo per Ruvo, che nonostante tutto riesce a non cadere nel baratro e a mantenersi agli stessi livelli di un tempo. Conservatori si, ma quando si tratta delle vacanze nessuno si tira mai indietro.

Commenta
2 Commenti
il 15 agosto 2012 alle 17:29
michele montaruli
secondo me questo articolo pubblicato non l’ho capisco ,se parliamo con i proprietari delle agenzie si lamentano che dormono e sono in pochi a prenotare ora esce fuori questo articolo, mettetevi d’accordo lavorate all’85 % o al 40% piangete sempre ?
il 13 agosto 2012 alle 19:43
Antonio Damiani
Ma vanno in vacanza si i ruvesi, ma in una percentuale minima visto che la nostra Ruvo e’ piena di gente che si o no arriva a Bisceglie o Trani al mare. Beato chi e’ riuscito in questi mesi prima delle vacanze a mettere da parte e riesce ad andare ancora in vacanza,
{ "items": [{ "data_inizio": "2013/12/01", "data_fine": "2013/12/01", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/quinto-cornice.jpg", "href_immagine": "https://www.facebook.com/photo.php?v=10200778094078546&set=vb.638337366217227&type=2&theater", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#0A1622", "top":"180" }] }