mercoledì 04 luglio 2012 Cultura
Domenica 8 luglio

Via Rogliosa in festa per S. Maria della Rigliosa

Per il quinto anno, gli abitanti di via Rogliosa si preparano a festeggiare la Vergine loro protettrice.

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
Madonna della Rigliosa
- Madonna della Rigliosa © n.c.

Dal 28 all’8 luglio si tiene, tutte le sere, alle ore 19.00 la recita del S. Rosario in preparazione alla festa che allieterà la serata di domenica 8 luglio. Nel giorno della festa di quartiere si terrà alle ore 20.00 la S. Messa officiata da Mons. Vincenzo Pellegrini, parroco del Redentore che ha riscoperto il culto alla Vergine nella piccola ma sempre viva strada a pochi passi da piazza Castello.

La festa si aprirà alle 18.00 con il giro per le vie del quartiere del complesso bandistico “U. Giordano” di Ruvo di Puglia mentre al termine della S. Messa verranno lanciati alcuni palloni aerostatici a cura della ditta Biagio Di Rella. Durante la serata nei pressi di Via Rogliosa si terrà il mercatino delle pulci mentre concluderà la serata l’immancabile “Sagra dei Panzerotti” offerti dal ristorante U’ Vecchie Furne.

Via Rogliosa è solo una delle numerose stradine del nostro centro antico che riportano alla mente la presenza di cappelle e chiesette dedicate alla Vergine o ai Santi. Per citarne alcune, via S. Caterina, dove è ancora oggi visibile una piccola cappella dedicata alla Santa senese, via Annunziata, dalla piccola chiesetta ancora esistente, via S. Toma, da una cappella oggi non più esistente dedicata all’Apostolo, via S. Agnese, via S. Antonio, via Madonna, da un’edicola della Madonna del Carmine.

Se per alcune di queste, le notizie sono desunte dai soli dati catastali, per la Madonna della Rigliosa i dati si fanno, invece, più certi. Secondo alcune ricerche compiute dal parroco del Redentore, nella Platea dell’Arciconfraternita del Carmine si fa riferimento alla presenza della cappella dedicata alla suddetta Madonna in via Rigliosa, toponimo mutato nei secoli nell’attuale via Rogliosa. Il culto, riscoperto cinque anni fa, con l’apposizione di un’icona della Vergine nel luogo dove si ritiene sia esistita la Chiesetta, è un mirabile esempio di fede popolare e, come tale, va conservato e tramandato ai posteri.

*Francesco Lauciello – IlSedente.tk

Commenta la notizia

Non verranno convalidati i commenti che:

  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
{ "items": [{ "data_inizio": "2013/12/01", "data_fine": "2013/12/01", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/quinto-cornice.jpg", "href_immagine": "https://www.facebook.com/photo.php?v=10200778094078546&set=vb.638337366217227&type=2&theater", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#0A1622", "top":"180" }] }