Verso il voto

Ottombrini rinuncia alle primarie. Il Pd: «Gratitudine e grande affetto»

Il sindaco uscente non tenterà la riconferma. Picciarelli promette: «Vinceremo ancora»

Politica
Ruvo di Puglia martedì 23 febbraio 2016
di La Redazione
Vito Ottombrini
Vito Ottombrini © RuvoLive.it

«Gratitudine e grande affetto». Il Partito democratico commenta la scelta di Vito Ottombrini di non candidarsi alle primarie per la designazione del candidato sindaco del centrosinistra.

Dai "dem" ruvesi un plauso al «buon lavoro fatto dalla giunta Ottombrini: coraggiosa nell’affrontare problemi complessi e nuovi, sensibile al rapporto coi cittadini e concreta e costruttiva nell’interpretare i bisogni della città».

«Il Pd è il primo partito cittadino» sottolinea la coordinatrice Pina Picciarelli.

«Da ben dieci anni i ruvesi ci hanno affidato l’onere e l’onore di amministrare il paese - aggiunge -; in questo periodo non breve ci siamo sempre dimostrati una forza politica credibile e affidabile e anche quando diverse visioni hanno creato tensioni e fratture, le questioni sono state risolte mantenendo lo sguardo fisso sul  comune obiettivo del bene della città, del buon senso e del consenso ricevuto».

«Grandi operazioni di mediazione e sforzi diplomatici non sono mai stati necessari - afferma ancora -, ho sempre creduto che  la chiarezza e il rispetto, sia pur su posizioni differenti, portano alla risoluzione di qualsiasi problematica. Il nostro è un partito in cui ci si confronta e ci si propone senza retro pensieri  e sempre immaginando un percorso futuro più alto. Questa la politica del partito che oggi rappresento. Il compito del segretario di un partito in fase pre-elettorale non è dare o negare chance, ma individuare i percorsi migliori per garantire il consolidamento dei risultati conseguiti e proiettare la città verso il raggiungimento di  ulteriori risultati sempre più alti. Questo approccio si chiama responsabilità, si chiama politica al servizio della città ed è l’approccio di persone serie che non hanno il minimo imbarazzo nel mettere a  disposizione della collettività anche i passi indietro, rimanendo saldamente nei percorsi che hanno negli anni contribuito a costruire».  

«Dopo i tanti risultati raggiunti e i progetti ancora in cantiere, sentiamo la responsabilità di proporre alla comunità un progetto ambizioso - sostengono i democratici -, in grado guardare al futuro con coraggio e con la consapevolezza  di dover formare una nuova classe dirigente che sappia cogliere l’ampiezza  delle sfide che l’amministrazione di una città comporta».

«Saremo all’altezza di questa responsabilità e insieme, uniti, vinceremo ancora» promette Pina Picciarelli.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Reb Us ha scritto il 24 febbraio 2016 alle 08:07 :

    Dal titolo sembrerebbe che la gratitudine e l’affetto siano una diretta conseguenza della sua rinuncia alle primarie... B-) Rispondi a Reb Us

Le più commentate
Le più lette