Le interviste di RuvoLive.it

La carica dei 100 e lode, Alessia Ardito

​19 anni, coratina, diplomata col massimo dei voti nella sezione linguistica del liceo "Tedone". «Il giorno dell'esame orale non lo dimenticherò mai»

Attualità
Ruvo di Puglia venerdì 10 agosto 2018
di Elena Albanese
Alessia Ardito
Alessia Ardito © Alessia Ardito

Proseguono le interviste di RuvoLive.it ai ragazzi che hanno ottenuto il massimo dei voti – in questo caso cum laude - agli ultimi esami di maturità negli istituti superiori cittadini.

Dopo la giovane terlizzese Ilenia De Angelis, oggi è la volta della sua compagna di classe Alessia Ardito, 19enne coratina sempre diplomata nella sezione E ad indirizzo linguistico del liceo “Orazio Tedone”, in cui ha studiato francese, inglese e tedesco.

Anche a lei abbiamo rivolto le nostre domande.

Gli esami

Che traccia hai svolto nella prima prova?

Ho scelto la traccia riguardante “I volti della solitudine nella letteratura”. Tra tutte, è stata quella che maggiormente mi ha colpito, in quanto credo che il tema della solitudine sia molto interessante per noi ragazzi, poiché ognuno di noi, almeno una volta nella vita, si è sentito solo.

Qual è stato il momento più difficile degli esami?

La seconda prova di Inglese. Strano a dirsi, ma l’Inglese è stata la lingua che ho studiato con più difficoltà rispetto alle altre due, tra cui anche il tedesco, che per molti potrebbe sembrare forse più difficile.

Raccontaci brevemente com'è andato l'orale.

Il giorno dell'esame orale non lo dimenticherò mai per tutta la mia vita. Di solito, sostenere un esame orale è ciò che trasmette più ansia. L’impressione di dimenticare tutto, l’idea di avere una commissione di docenti davanti a te, di cui metà di loro non ti conosce, e ti valuterà senza sapere pienamente il percorso svolto nel corso dei cinque anni preoccupa tutti. L’emozione provata è stata indescrivibile, ma tale esperienza la ripeterei all’infinito.

Il percorso interdisciplinare che ho deciso di svolgere riguardava "L’evoluzione darwiniana e il Darwinismo sociale". Il tema ha interessato molto la commissione, la quale mi ha ascoltata con entusiasmo. Tuttavia, ciò che mi hanno chiesto non ha riguardato soltanto in mio percorso, ma qualsiasi argomento svolto nel corso dell’anno. La commissione, sebbene molto esigente e desiderosa di sapere con precisione la risposta a ogni quesito, ha sempre cercato di metterci a nostro agio.

Tra passato e futuro

Cosa ti mancherà di più del liceo?

Sicuramente l’esperienza della scuola superiore mi ha segnato nel profondo. Ciò che mi mancherà di più sono alcuni dei miei compagni di classe, ai quali mi sono legata tantissimo e a cui voglio un’infinità di bene. Devo un grazie profondo a loro e ai miei docenti, che mi hanno sempre aiutato ad affrontare ogni difficoltà con tranquillità e spirito critico.

A quale facoltà ti sei iscritta?

Attualmente non sono iscritta ad alcuna facoltà univeristaria, poiché a settembre dovrò sostenere tre differenti test di ingresso: Medicina, Area scientifica e Professioni sanitarie. Spero di intraprendere il nuovo mondo universitario con la determinazione e la caparbietà che mi hanno sempre contraddistinta.

Cosa vorresti fare da grande?

Non ho ancora bene le idee chiare, ma sicuramente mi piacerebbe lavorare in ambito sanitario/scientifico.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Il mio sogno nel cassetto sarebbe quello di diventare un’ostetrica, in quanto adoro i bambini. Inoltre mi piacerebbe lavorare all’estero, per non abbandonare mai il mio amore per le lingue straniere.

Il presente

Ti aspettavi questo risultato?

Non saprei dire se mi aspettavo o meno questo risultato. Ciò che so per certo è che in fondo ci speravo, in quanto nel corso dei cinque anni mi sono sempre impegnata con costanza, senza mai abbandonare i miei doveri di studentessa.

Come hai festeggiato quando l'hai saputo?

Il giorno in cui hanno reso pubblici i risultati è stato per me la più grande soddisfazione. Finalmente il mio impegno veniva ripagato. Ho festeggiato questo risultato con i miei genitori e le mie amiche più intime.

Dove sei andata in vacanza e con chi?

Sono stata con le mie amiche a Gallipoli. È stata una vacanza all’insegna del divertimento e del relax.

Lascia il tuo commento
commenti