La fiera internazionale del mondo ortofrutticolo è iniziata l'8 febbraio e si conclude oggi

La Cantatore Fruit Company a Berlino. Le immagini

Abbiamo ascoltato i referenti dell'azienda, che esporta uva da tavola, per farci raccontare i tre giorni trascorsi nella capitale tedesca

Attualità
Ruvo di Puglia venerdì 10 febbraio 2017
di Francesca Elicio
La Cantatore Fruit Company con Giacomo Suglia, presidente Apeo
La Cantatore Fruit Company con Giacomo Suglia, presidente Apeo © RuvoLive

Anche Ruvo di Puglia presente a Berlino, alla 25esima edizione del “Fruit Logistica”. Si tratta della più grande fiera internazionale dedicata al mondo ortofrutticolo. Quasi tremila espositori e 83 Paesi partecipanti da ogni parte del mondo.

A rappresentare la nostra città, fra le altre, c’è anche la Cantatore Fruit Company, gestita da Michele Cantatore e i figli Antonio, Angelo e Marco. Un’attività longeva, che si tramanda da cinque generazioni. Essenzialmente esportano uva da tavola: da giugno a novembre sono impegnati nel rifornire diversi mercati ortofrutticoli, dal centro al nord Italia. E non solo: il loro business si espande anche in Europa, attraversando città tedesche, francesi e belghe.

Non è la loro prima esperienza a Berlino: come ci raccontano, obiettivo primario è fare il punto per la nuova stagione, instaurando un dialogo commerciale con altri rivenditori internazionali. Quello del Fruit Logistica è una sorta di appuntamento tra le diverse entità commerciali, che aspettano questo momento per concretizzare ogni dialogo e collaborazione.

L'azienda inoltre è l'unica a Ruvo a far parte dell'Apeo, associazione produttori esportatori ortofrutticoli.

«Questa è una fiera internazionale, c’è davvero il mondo intero – ci raccontano in diretta da Berlino -, Europa, Asia, Sud America. È davvero importante per tutti ritrovarsi qui, perché è il nostro unico punto di incontro. In questi mesi abbiamo fissato degli appuntamenti programmati per ampliare i confronti con le diverse aziende; abbiamo soprattutto in questa occasione consolidato i rapporti con i posti dove esportiamo la merce, che sono soprattutto città del nord Italia, Bruxelles o città tedesche. Ma ovviamente non mancano mai i nuovi contratti: in questo caso con l’Olanda o anche con Paesi fuori dai confini europei».

Tre giornate, dallo scorso 8 febbraio ad oggi, in cui l'hanno fatta da padrona la condivisione e la voglia di portare nel mondo il proprio patrimonio biologico. «L’obiettivo - ci raccontano ancora i referenti della Cantatore Fruit Company - è quello di parlare della nuova stagione; dopo di che si passa a un accordo dal punto di vista logistico e quantitativo». 

Bilancio più che positivo quindi per l’azienda ruvese. Nuovi accordi con Medio Oriente, Asia e Olanda. Il valore della propria terra, dei propri frutti e l’orgoglio di portare un pezzetto di Puglia nel mondo. Questo è il Fruit Logistic. Questo è il nostro territorio.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette