Social

Ruvo di Puglia - venerdì 10 febbraio 2017 Attualità

La fiera internazionale del mondo ortofrutticolo è iniziata l'8 febbraio e si conclude oggi

La Cantatore Fruit Company a Berlino. Le immagini

Abbiamo ascoltato i referenti dell'azienda, che esporta uva da tavola, per farci raccontare i tre giorni trascorsi nella capitale tedesca

La Cantatore Fruit Company con Giacomo Suglia, presidente Apeo © RuvoLive
di Francesca Elicio

Anche Ruvo di Puglia presente a Berlino, alla 25esima edizione del “Fruit Logistica”. Si tratta della più grande fiera internazionale dedicata al mondo ortofrutticolo. Quasi tremila espositori e 83 Paesi partecipanti da ogni parte del mondo.

A rappresentare la nostra città, fra le altre, c’è anche la Cantatore Fruit Company, gestita da Michele Cantatore e i figli Antonio, Angelo e Marco. Un’attività longeva, che si tramanda da cinque generazioni. Essenzialmente esportano uva da tavola: da giugno a novembre sono impegnati nel rifornire diversi mercati ortofrutticoli, dal centro al nord Italia. E non solo: il loro business si espande anche in Europa, attraversando città tedesche, francesi e belghe.

Non è la loro prima esperienza a Berlino: come ci raccontano, obiettivo primario è fare il punto per la nuova stagione, instaurando un dialogo commerciale con altri rivenditori internazionali. Quello del Fruit Logistica è una sorta di appuntamento tra le diverse entità commerciali, che aspettano questo momento per concretizzare ogni dialogo e collaborazione.

L'azienda inoltre è l'unica a Ruvo a far parte dell'Apeo, associazione produttori esportatori ortofrutticoli.

«Questa è una fiera internazionale, c’è davvero il mondo intero – ci raccontano in diretta da Berlino -, Europa, Asia, Sud America. È davvero importante per tutti ritrovarsi qui, perché è il nostro unico punto di incontro. In questi mesi abbiamo fissato degli appuntamenti programmati per ampliare i confronti con le diverse aziende; abbiamo soprattutto in questa occasione consolidato i rapporti con i posti dove esportiamo la merce, che sono soprattutto città del nord Italia, Bruxelles o città tedesche. Ma ovviamente non mancano mai i nuovi contratti: in questo caso con l’Olanda o anche con Paesi fuori dai confini europei».

Tre giornate, dallo scorso 8 febbraio ad oggi, in cui l'hanno fatta da padrona la condivisione e la voglia di portare nel mondo il proprio patrimonio biologico. «L’obiettivo - ci raccontano ancora i referenti della Cantatore Fruit Company - è quello di parlare della nuova stagione; dopo di che si passa a un accordo dal punto di vista logistico e quantitativo». 

Bilancio più che positivo quindi per l’azienda ruvese. Nuovi accordi con Medio Oriente, Asia e Olanda. Il valore della propria terra, dei propri frutti e l’orgoglio di portare un pezzetto di Puglia nel mondo. Questo è il Fruit Logistic. Questo è il nostro territorio.

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo