Un'opportunità per l'autoimpiego

"Resto al sud", un bando incentiva i giovani imprenditori pugliesi

​Fino a 50mila euro per avviare un'attività in agricoltura, artigianato, pesca, industria e turismo​. Il provvedimento gestito da Invitalia, agenzia per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo

Attualità
Ruvo di Puglia sabato 16 settembre 2017
di La Redazione
Giovani imprenditori
Giovani imprenditori © n.c.

Si chiama “Resto al sud” la misura per incentivare i giovani all’avvìo di attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno.

Il provvedimento, che sarà gestito da Invitalia l'agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa partecipata dal Ministero dell'Economia, è rivolto agli imprenditori under 35 residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

L'obiettivo è favorire la crescita economica delle imprese del Mezzogiorno; per questo motivo è stato stanziato un fondo di 1.250 milioni di euro, L’incentivo prevede un finanziamento fino a un massimo di 50 mila euro per ciascun richiedente, con una quota a fondo perduto del 35% e il restante 65% attraverso un prestito a tasso zero da restituire in 8 anni. Nel caso in cui l’istanza sia presentata dal più soggetti già costituiti o che intendano costituirsi in forma societaria, ivi incluse le cooperative, l’importo massimo del finanziamento erogabile è pari a 40mila euro per ciascun socio, con tetto massimo ammissibile di 200mila euro per ogni singolo progetto.

I settori previsti per poter ricevere il finanziamento sono agricoltura, turismo, artigianato e dell’industria e fornitura di servizi (terziario).

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette