Una vera rivoluzione tecnologica per gli amanti delle due ruote

Un ruvese nel team di Nexum, la prima e-bike made in Italy

​Insieme al manager di prodotto​ Roberto Peschetola hanno lavorato i terlizzesi Nico Marziale, project manager, e Giuseppe Marziale, responsabile Sviluppo mobile; tutti ex studenti del liceo “Tedone”​

Attualità
Ruvo di Puglia venerdì 13 ottobre 2017
di La Redazione
Roberto Peschetola (a destra)
Roberto Peschetola (a destra) © www.nexum.bike

Nexum, vincitrice durante la terza edizione del Cosmobike show di Verona del premio speciale Tech dei Bike4Trade Industry Awards 2017, è la prima gamma di e-bike connesse dedicata al solo mercato nazionale, che offre un concentrato di design e tecnologia completamente made in Italy.

Tutti i modelli sono dotati di connettività, grazie all'integrazione del sistema esb che collega l’e-bike tramite bluetooth e gps/gprs alla piattaforma cloud, consentendo il recupero in tempo reale dei dati provenienti dai veicoli.

Grazie all’app per smartphone, l'utente finale ha il pieno controllo della sua e-bike, che è protetta e geolocalizzata grazie all'efficace sistema antifurto satellitare. Inoltre, l’e-biker ha la possibilità di effettuare la diagnostica e di ricevere supporto da remoto, oltre ad avere a disposizione tante funzionalità per rendere ogni escursione unica e innovativa, come la navigazione turn-by-turn con routing dedicato ai percorsi ciclabili o la memorizzazione e condivisione dei propri itinerari sui maggiori social network.

Insomma, una vera e propria rivoluzione tecnologica per gli amanti delle due ruote, realizzata dalla pugliese Sitael Spa, e con un dna in parte ruvese. Nel team del progetto ci sono infatti ben tre ex alunni del liceo scientifico “Orazio Tedone”.

Si tratta del 39enne ruvese Roberto Peschetola, manager di prodotto; del project manager Nico Marziale e del responsabile Sviluppo mobile Giuseppe Marziale, entrambi terlizzesi, rispettivamente classe ’78 e ’83.

Le e-bike Nexum verranno vendute a partire dalla prossima primavera tramite e-commerce, ma possono essere provate in anteprima in alcune città italiane, come Bologna, Roma e Palermo, durante le tappe del Bike shop test, una fiera itinerante all'aperto, occasione di incontro per testare i prodotti della stagione successiva.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • biagio pellegrini ha scritto il 13 ottobre 2017 alle 07:36 :

    Complimenti ragazzi. Bei ricordi del Liceo Tedone di alcuni anni fa. Rispondi a biagio pellegrini

Le più commentate
Le più lette