Sesta edizione

Luana Lamparelli al Festival di poesia “Le corti dei miracoli”

L'autrice ruvese sarà ospite d'onore della manifestazione di questa sera a Bitonto. «Durante l'evento, oltre a declamare dei miei versi, racconterò anche di come sono nati e del mio percorso letterario​»

Cultura
Ruvo di Puglia sabato 11 agosto 2018
di La Redazione
Luana Lamparelli
Luana Lamparelli © Francesco Pinto

Torna questa sera a Bitonto il Festival di poesia “Le corti dei miracoli”, inserito nel cartellone estivo cittadino e giunto ormai alla sua 6° edizione. La manifestazione ha come scopo divulgare l'arte della poesia con un senso non strettamente legato ai canoni classici, ma portando una frizzante esposizione di "pop": le corti che ospitano i versificatori hanno una vocazione spontanea non dettata da nessuna indicazione formale dell'organizzazione, ma da un esercizio di auto-organizzazione curato dai partecipanti. Questo fa sì che ogni corte esprima la sua bellezza a partire dalle persone che la abitano e dagli "architetti" che la interpretano.

Perché la riqualificazione urbana parte dal basso, dai piccoli eventi, dai sorrisi della gente e dalla riscoperta del territorio. Obiettivo del Festival è contribuire con la poesia a favorire processi di conoscenza, valorizzazione e tutela del centro antico.

L'organizzazione è a cura dell'associazione "Cenacolo dei poeti"; vi parteciperà la galleria MariArte con l'esposizione di opere pittoriche di Maria Cucinella, acquerelli di Giuseppina Cucinella e abiti della stilista Carmen Biccari di Foggia. Ospite d'onore sarà l'autrice ruvese Luana Lamparelli, che declamerà alcune sue poesie, raccontando aneddoti su come sono state create e sul suo percorso artistico.

«Credo fondamentalmente - dice a proposito dell'appuntamento di questa sera - che ogni narrazione biografica e autobiografica debba avere in sé un messaggio positivo, di incoraggiamento, indicando una strada possibile, sottolineando le difficoltà incontrate e superate.

Per quanto premesso e poiché ogni onore per me è un impegno soprattutto a donare, durante l'evento oltre a declamare dei miei versi, racconterò anche di come sono nati, del mio percorso letterario, dei cambiamenti e delle inversioni di rotta che mi hanno accompagnata fin qui, interpretando anche poesie di grandi poeti».

Lascia il tuo commento
commenti