Nella questione è intervenuta Mariatiziana Rutigliani in qualità di presidente della sezione ruvese del “Tribunale per la tutela dei diritti del cittadino, del malato”

L’ambulatorio di Diabetologia fa ancora discutere

Il direttore della Asl Vito Montanaro assicura che a partire dal 1° gennaio 2018 sarà assegnato alla sede ruvese un dirigente medico a tempo indeterminato, attualmente in servizio a Terlizzi

Politica
Ruvo di Puglia mercoledì 11 ottobre 2017
di La Redazione
Ospedale di Ruvo
Ospedale di Ruvo © n.c.

Pur dopo le rassicurazioni del Sindaco, non smette di far discutere la vicenda dell’ambulatorio di Diabetologia di Ruvo di Puglia.

Nella questione è intervenuta la consigliera comunale Mariatiziana Rutigliani in qualità di presidente della sezione ruvese del “Tribunale per la tutela dei diritti del cittadino, del malato”. «Ricevo ormai da diversi giorni richieste di intervento da parte degli utenti dell’ambulatorio – ha scritto in una nota indirizzata alla Asl di Bari e al governatore Michele Emiliano -. L’utenza, piuttosto numerosa e pari a circa 3500 pazienti, chiede risposte. La chiusura paventata dell’ambulatorio di Diabetologia dell’ospedale di Ruvo di Puglia è una realtà e dal 31 luglio 2017 non è più possibile prenotare le visite presso il Cup.

L’assoluta mancanza di programmazione di una “chiusura annunciata” data dal pensionamento del medico responsabile e delle conseguenti misure a tutela della salute dei cittadini, anche in virtù della nota numerosa utenza, è inaccettabile – prosegue -. I cittadini di Ruvo chiedono di conoscere con certezza chi sostituirà il dottor Saverio Fatone e da quando sarà riattivato il servizio di prenotazione e di cure in loco, atteso che la tutela della salute del paziente diabetico non è procrastinabile e l’utenza va garantita».

La risposta della Asl, sollecitata anche dal consigliere regionale di Direzione Italia Francesco Ventola per il tramite di Piero Paparella, è giunta ieri, e garantisce la disponibilità di tre dottoresse a effettuare visite pomeridiane in altrettanti pomeriggi (martedì, mercoledì e venerdì). Inoltre, lo scorso 28 settembre è stato indetto un avviso pubblico per la copertura di 20 ore di endocrinologia che, una volta espletato il bando, andranno a supportare l’attività dell’ambulatorio.

Infine, il direttore generale Vito Montanaro assicura nella missiva che a partire dal 1° gennaio 2018 sarà assegnato alla sede ruvese un dirigente medico a tempo indeterminato; «spostamento che non è stato disposto prima causa la forte carenza di personale presente nell’unità operativa di medicina di Terlizzi, dove è attualmente in servizio».

«Concluse le necessarie procedure di avvìo, oggi (ieri, ndr) sono state raccolte le prime prenotazioni. Domani pomeriggio (oggi, ndr) saranno effettuate le prime visite», ha confermato il Primo cittadino attraverso il suo profilo facebook, invitando però a lasciare «la salute dei cittadini fuori dalle misere polemichette politiche» e a «non usare il dolore e il bisogno delle persone per sterili speculazioni elettorali».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette