Chiesa dell’Annunziata

Chiese, strade e piazze storiche, monumenti, palazzi ed edifici storici, insediamenti rupestri.

a cura di La Redazione
vistaSez

La chiesa dell’Annunziata, situata in prossimità della Cattedrale, fu costruita nel 1377, come si ricava da una iscrizione gotica posta a destra dell’antico portale. L’erezione della chiesa avvenne molto probabilmente in seguito all’abbandono del villaggio di Calendano, dove appunto esisteva una chiesa dedicata alla Vergine Annunziata. Gli abitanti del Casale, una volta trasferitisi in città, continuarono ad esercitare il loro culto nella nuova chiesa.

In occasione dei restauri del 1758, si costruì un portale in stile barocco e la chiesa fu riaperta al culto. Negli anni ’80, dopo un lungo periodo di abbandono, fu fatta ristrutturare dal Vescovo Don Tonino Bello che ne fece la sede dell’Archivio Diocesano.

All’interno della chiesa è possibile ammirare una tela di fine ‘700 raffigurante l’Annunciazione.

In occasione dei restauri del 1758, si costruì un portale in stile barocco e la chiesa fu riaperta al culto. Negli anni ’80, dopo un lungo periodo di abbandono, fu fatta ristrutturare dal Vescovo Don Tonino Bello che ne fece la sede dell’Archivio Diocesano.

All’interno della chiesa è possibile ammirare una tela di fine ‘700 raffigurante l’Annunciazione.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Ruvo di Puglia

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno