Palazzo Jatta

Chiese, strade e piazze storiche, monumenti, palazzi ed edifici storici, insediamenti rupestri.

a cura di La Redazione
vistaSez

Esempio emblematico di architettura neoclassica è il palazzo Jatta, edificato negli anni ’40 dell’Ottocento su commissione di Giulia Viesti, moglie di Giulio Jatta e madre di Giovanni Jatta junior, e attribuito all’architetto bitontino Luigi Castellucci. L’edificio aveva la duplice funzione di residenza privata e museo: il piano terra era destinato ai servizi, al museo con annessi locali amministrativi e privati; il primo piano, suddiviso tra gli eredi Jatta in quattro parti autonome, era destinato a residenza privata.

L’austera facciata, che si affaccia su piazza Bovio, lavorata in pietra locale, si estende per circa 66 m e si sviluppa verticalmente su due livelli: il primo presenta una serie di finestre protette da grate in ferro battuto e si estende su entrambi i lati con due ampie terrazze, il secondo è caratterizzato da balconi aggettanti e si conclude con un imponente cornicione. In senso orizzontale la facciata si presenta costituita da un ampio corpo di fabbrica centrale e due laterali, adiacenti internamente alle due terrazze e leggermente sporgenti rispetto a quello centrale. La facciata è poi impreziosita da un maestoso portale d’ingresso fiancheggiato da due colonne di ordine toscano con capitelli ionici, che reggono la sovrastante balconata del primo piano.

Il prospetto ovest, esteso circa 37 m, presenta caratteri diversi da quelli della facciata principale, che lasciano nell’osservatore una sensazione di irrisolto non solo a causa della mancanza di ordine compositivo nell’alternanza degli spazi vuoti e di quelli pieni, ma anche a causa del diverso materiale lapideo utilizzato al piano terra, più vicino nella forma e nell’applicazione a quello dell’architettura rurale.

La facciata meridionale, che si affaccia sul giardino privato, a causa dell’acclività del sito si presenta su tre livelli, di cui il primo è un piano seminterrato, il secondo è scandito da finestre con grate di ferro, il terzo da finestre balconate con ringhiere in ferro battuto. Il giardino, creato su tipico disegno all’italiana con percorsi pedonali delimitati da aiuole di cipressi e palmizi, è arricchito da elementi d’arredo: una piccola fontana con vasca, una “casina” da tè e una piccola torre cilindrica munita di scaletta esterna con gradini in pietra a sbalzo, che conduce fino alla cima.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Ruvo di Puglia

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno