Il campanile

Chiese, strade e piazze storiche, monumenti, palazzi ed edifici storici, insediamenti rupestri.

a cura di La Redazione
vistaSez

Austera e solitaria, la torre campanile risale al X secolo d.C ed è isolata dal corpo della chiesa.La funzione iniziale è stata certamente quella di difesa, ha la base quadrata e misura di lato 6.5 m ed è alta 33 m. Sorregge un gruppo di 3 campane di 18 q.li E’ stata condotta una campagna di indagini diagnostiche estesa all’intero corpo di fabbrica che ha compreso il rilievo esterno ed interno della tessitura muraria, prove di caratterizzazione meccanica della muratura eseguite su campioni prelevati in situ,rilievi puntuali dello stato tensionale mediante prove di rilascio 2,5 volte superiore in presenza di sisma, per effetto diuna non proprio felice distribuzione verticale di masse e rigidezze.¸Pur manifestando il corpo di fabbrica d’aver sofferto in passato fenomeni evidenti di dissesto e di degrado, quali ad esempio il quadro lesionativo presente ai livelli alti e l’erosione superficiale dei commenti di malta unita all’interruzione della continuità della tessitura prodotta dalla mancanza di alcuni elementi lapidei, la struttura presenta nel suo complesso uno stato di sollecitazione compatibile con le caratteristiche dei materiali costituenti,almeno sotto l’effetto delle azioni statiche. L’analisi dinamica in campo elastico eseguita con l’ausilio di codici di calcolo agli elementi finiti, ha però evidenziato che il livello tensionale nelle membrature verticali raggiunge valori di 2E’ quindi emersa l’esigenza di inserire, nell’ambito dell’intervento di risanamento conservativo del manufatto, la realizzazione di opere di presidio strutturale per conseguire il miglioramento del comportamento meccanico in fase di sisma. L ’analisi numerica della torre campanaria condotta in campo elastico ha evidenziato l’elevata rigidezza del manufatto sotto le azioni orizzontali prodotte dal sisma, basti pensare che lo spostamento massimo in sommità raggiunge appena il valore di 30 mm. Tale risultato è dovuto in gran parte alle ottime caratteristiche meccaniche dei materiali costituenti l’apparecchio murario, fra cui l’elevata resistenza dei blocchi e l’esiguo spessore dei commenti di malta, i quali conferiscono all’elemento strutturale, pensato omogeneo, un modulo elastico stimato di 18.000 MPa.L’intervento di rinforzo strutturale finalizzato al raggiungimento di un maggior grado di sicurezza nei confronti delle sollecitazioni indotte dal sisma è consistito nell’inserimento di elementi metallici che garantiscono l’aumento delle risorse di resistenza della generica sezione trasversale in fase post-elastica; questi sono costituiti essenzialmente da barre di acciaio ad alta resistenza di diametro 32 mm disposte verticalmente sui paramenti interni della torre collegate a diversi livelli mediante l’interposizione di profili metallici a U inghisati alla muratura e disposti a formare un anello perimetrale capace di assorbire la componente orizzontale dei diagonali compressi che impegnano i pannelli murari. In questo modo è possibile ipotizzare che in fase post-elastica si inneschi un meccanismo resistente simile al traliccio di Mörsch noto per il calcestruzzo armato.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Ruvo di Puglia

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno