Palazzo Spada

Chiese, strade e piazze storiche, monumenti, palazzi ed edifici storici, insediamenti rupestri.

a cura di La Redazione
vistaSez

Proseguendo su via Vittorio Veneto si incontra il palazzo Spada, già Rocca. Palazzo Spada fu edificato come sede del Palazzo di Giustizia nella seconda metà del XVI secolo intorno ad alcune preesistenze medievali.
L’edificio fu dimora del marchese Orazio Rocca (1674–1742), ministro di Stato, costretto a fuggire da Ruvo perché inseguito dagli armigeri baronali.
Il palazzo ospitò il Municipio, in attesa del suo definitivo trasferimento a palazzo Avitaja. Successivamente l’edificio fu ceduto alla famiglia Spada.
Di stile rinascimentale, il palazzo si accosta a molti edifici del tempo. L’ingresso, realizzato in maniera molto sobria, è fiancheggiato da due colonne sormontate da capitelli ionici particolarmente stilizzati; lo stemma della famiglia Spada, posto nella parte superiore del portone contribuisce ad esaltarne l’eleganza e la semplicità.
Una volta varcato l’ingresso, ci si immette nell’atrio dell’edificio, dove è possibile ammirare il sublime valore artistico di una balaustra cinquecentesca, caratterizzata dalla rappresentazione a bassorilievo di sette scene mitologiche inscritte in altrettanti riquadri. Mentre i primi tre si rifanno a soggetti mitologici greci, gli ultimi quattro riquadri si distinguono per delle scene aventi significato allegorico e simbolico.Tra i riquadri di miglior fattura ricordiamo il primo, il cui protagonista è Giove seduto con l’aquila ai suoi piedi e Vulcano che ha già colpito il capo di Giove da cui nasce la dea Pallade. Di alto livello artistico è anche il quarto bassorilievo che ha come soggetto l’allegoria della Felicità, dell’Invidia e dell’Adulazione.
La maggior parte delle scene è accompagnata da versi che nel significato si rifanno alla scena corrispondente. Tra le varie scenette si alternano figure a bassorilievo con particolare significato simbolico e allegorico.
Una rampa di scale conduce ad un pianerottolo su cui si aprono quattro finestre di gusto orientaleggiante con archi a sesto acuto. A fine rampa si può ammirare un bassorilievo in pietra raffigurante un vaso con tre putti, uno dei quali sembra che suoni uno strumento musicale. L’interno, privo di particolari rilevanti, ha una copertura con volta a botte.
Attualmente il palazzo è di proprietà privata, quindi sono visitabili l’atrio e il pianerottolo superiore, ma non gli interni.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Ruvo di Puglia

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno