Stagione teatrale 2015/2016

“L’amore nelle canzoni”, la parola a Raffaele Magrone

Il clarinettista di origine ruvese entusiasta per quello che definisce «il progetto musicale più bello che mi sia mai capitato»

Cultura
Ruvo di Puglia sabato 14 novembre 2015
di Elena Albanese
L'amore nelle canzoni
L'amore nelle canzoni © Teatro Comunale di Ruvo

Oggi e domani al Teatro comunale di Ruvo musica e sentimento la faranno da padroni nello spettacolo "L'amore nelle canzoni", ideato e performato da Beppe Frattaroli, Giampiero Silvestri e Raffaele Magrone.

Ed è proprio quest'ultimo, clarinettista di origine ruvese, ad invitare i suoi concittadini, ben contento di tornare «finalmente a Ruvo per un concerto». Il musicista è entusiasta sia per l'idea di esibirsi nella sua città natale, sia per i contenuti della performance: «Non è un concerto qualsiasi - prosegue -, ma probabilmente è proprio il progetto musicale più bello che mi sia mai capitato da quando...più o meno 30 anni fa...ho iniziato a suonare il clarinetto.

Lo scorso 7 agosto ne ho avuto una bellissima conferma e dimostrazione, dopo la data di Sulmona, con un tipo di pubblico molto vario e ugualmente entusiasta della riuscita artistica dello stesso. Per il futuro sappiamo già che, oltre alle varie date romane partite quasi per caso lo scorso 14 febbraio e alle successive puntate tra Campania e Basilicata, a gennaio saremo per tre concerti di seguito a Palermo, di cui uno sarà "offerto" ai detenuti del carcere Ucciardone».

Ed è per questo che si augura il "tutto esaurito": «Mi piacerebbe, ma davvero, che tutte le persone che mi conoscono, e i relativi amici appassionati di musica, potessero essere presenti a una di queste due serate. Sarò sul palco con Beppe Frattaroli, un musicista abruzzese, ma come me "di casa" a Roma fin dai primi anni '90, conosciuto nel 1997 e da lì in poi seguito in numerosi concerti al fianco della cantante Barbara Eramo, Premio della critica a Sanremo 1998 con "Senza confini" di Eramo&Passavanti, che proprio insieme a Beppe si è consolidata musicalmente. Frattaroli è un musicista in grado, come pochi altri, di far funzionare un'esibizione live nel modo migliore, con una capacità unica di far giungere al pubblico ogni parola, ogni nota, senza inutili sprechi o "dimostrazioni di forza". Saranno forse queste "doti" che di recente l'hanno portato a esibirsi anche per Papa Francesco... Probabilmente, l'espressione corretta sarebbe: un poeta. Arrangiatore d'eccezione, ha collaborato con nomi di primissimo piano della musica e del teatro (Enrico Montesano, Roberto Herlitzka, Paola Gassman...), oltre ad aver dato alla luce quattro cd a suo nome e molti altri prodotti e arrangiati per artisti italiani e internazionali.

A impreziosire il tutto, la batteria di Giampiero Silvestri, un grande in tutti i sensi, conosciuto nel 2000 e da lì in poi diventato l'unico mio batterista di riferimento a Roma».

Insomma, «mi sentirei quasi di dire, al di là delle parole e dei curricula: venite e sarete soddisfatti o rimborsati! Garantisco che faremo del nostro meglio per mettere insieme un evento speciale!», conclude.

Il biglietto d'ingresso costa 6 euro. Il botteghino del teatro sarà aperto oggi e domani fino alle 19. Il concerto inizierà alle 20.30.

Lascia il tuo commento
commenti