Emergenza Covid

Campagna vaccinale, cambio alla guida: via Lopalco, arriva Lerario

Dopo le polemiche e il cambio di passo chiesto da Figliuolo, Emiliano è stato costretto a rivedere l’organizzazione, affidandola al capo della Protezione Civile regionale

Attualità
Ruvo di Puglia giovedì 15 aprile 2021
di Mariella Vitucci
Mario Lerario
Mario Lerario © Protezione Civile Regione Puglia

Via Pier Luigi Lopalco, avanti Antonio Mario Lerario. Cambia la guida della campagna vaccinale in Puglia.

Con delibera di due giorni fa, sotto la spinta delle contestazioni diffuse per la gestione della macchina dei vaccini e spinto dal commissario straordinario Figliuolo che gli ha chiesto un cambio di passo, il governatore Emiliano ha dovuto rivedere l’organizzazione, affidandone la “regia” a Mario Lerario, capo della Protezione Civile.

A lui è assegnato il compito di coordinare logistica, stoccaggio e sedi delle vaccinazioni, oltre al personale coinvolto, sanitario e non solo.  

L’auspicio è che questo cambio al vertice serva davvero a mettere ordine in una campagna vaccinale a dir poco caotica.

Ma il dato politico resta: viene fortemente ridimensionato il ruolo del professor Lopalco, da oltre un anno sotto i riflettori per l’emergenza Covid, prima come responsabile della task force regionale e poi “promosso” sul campo ad assessore alla Sanità.   

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 16 aprile 2021 alle 07:20 :

    Siamo i peggiori in Italia e in Europa ma a leggere i comunicati di propaganda istituzionale diffusi ogni giorno dalla Regione sui giornali amici va tutto benissimo. Rispondi a Franco

  • Marco ha scritto il 15 aprile 2021 alle 21:29 :

    Speriamo non sia solo pan bagnato servito al posto della zuppa. Rispondi a Marco

  • Felice Cantatore ha scritto il 15 aprile 2021 alle 16:19 :

    Non ci vogliono commenti. Fuori la politica dalla sanita' Rispondi a Felice Cantatore

    Marco ha scritto il 16 aprile 2021 alle 09:05 :

    Con tutti i virologi in giro e i danni che hanno fatto non sarebbe meglio tenere fuori la sanità dalla politica? Rispondi a Marco

  • Calimero nero ha scritto il 15 aprile 2021 alle 13:44 :

    Caro Emiliano serviva tanto tempo ed anche tante vite umane per capire che in regione non ha mai funzionato niente? Prima delle votazioni andava tutto bene ora difronte all'evidenza del fallimento ci si accorge che le cose sono diverse e che, le tanto decantate efficienze ed i meriti sono nella realtà demeriti e, profondi fallimenti della sanità regionale. Per il bene del popolo e per la salvaguardia della nostra cara salute andate tutti a casa. Rispondi a Calimero nero

    Nicola Rifino ha scritto il 15 aprile 2021 alle 15:54 :

    Bravo, Calimero nero le note dolenti della Sanità Pugliese sono riconosciuti anche fuori, dalla nostra bella Regione. Io non ho votato Emiliano, però di cuore, speravo che dall'alto della sua Acclamata Riconferma, si sarebbe riscattato. Siamo una delle più belle Regioni D' I talia. Ma abbandonata al degrado socio sanitario e socio civile, in un caos perenne, vedi le Scuole gli Ospedali... Meritiamo di più come Popolo Pugliese... Rispondi a Nicola Rifino