Campagna vaccinale antiCovid in città

Ritardi, lunghe file, poco personale al PalaVolta, Chieco: «Chiedo scusa a chi sopporta i disagi»

​Così il sindaco Pasquale Chieco sulla pagina istituzionale Facebook a commento di quello che accade nell'hub vaccinale, al Palazzetto dello Sport in via Volta: lunghe file, attese interminabili

Attualità
Ruvo di Puglia venerdì 16 aprile 2021
di La Redazione
File al PalaVolta, l'hub vaccinale antiCovid
File al PalaVolta, l'hub vaccinale antiCovid © Comune di Ruvo di Puglia

«Che mortificazione! Questo è il mio sentimento stasera dopo essere stato al centro vaccinale: un ritardo di ore sulla tabella di marcia, troppe persone ancora in attesa, tanta stanchezza e non poca giusta insofferenza».

Così il sindaco Pasquale Chieco sulla pagina istituzionale Facebook a commento di quello che accade nell'hub vaccinale, al Palazzetto dello Sport in via Volta: lunghe file, attese interminabili. Una nostra lettrice ha scritto che è entrata alle 12, presumibilmente l'ora indicata al momento della prenotazione, ed è uscita alle 17.

«Tutta la logistica messa in campo, tutta la dedizione del personale medico, infermieristico e della Protezione civile, non sono bastate: non riusciamo a far fronte alle difficoltà dovute al ritardo nell’arrivo dei vaccini e ancor più all'insufficienza del personale medico e infermieristico rispetto alle prenotazioni e ai tempi necessari» prosegue Chieco.

«In questo momento, come uomo delle istituzioni, sento forte il dovere di chiedere scusa a chi sta subendo questi disagi e a chi sta lavorando per alleviarli - commenta -. Ma davvero non può andare così, occorre intervenire: ieri l’ho chiesto alla Asl Bari e all’Assessorato Regionale alla Sanità, domani lo pretenderò a nome di tutti i cittadini che hanno diritto a vaccinarsi con sicurezza e in tempi ragionevoli».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 17 aprile 2021 alle 12:44 :

    Chiedere o fare finta di chiedere scusa è la nuova moda della comunicazione istituzionale. Lo ha fatto pari pari il sindaco Decaro poche ore prima. Rispondi a Marco

  • Pinuccio ha scritto il 17 aprile 2021 alle 11:10 :

    L'importante per Chieco é ricandidarsi !! Rispondi a Pinuccio

  • Rosanna Prisco ha scritto il 17 aprile 2021 alle 10:41 :

    Nn dobbiamo fare assembramenti .... è poi si fanno qua gli assembramenti Rispondi a Rosanna Prisco

    Orzowei ha scritto il 17 aprile 2021 alle 12:26 :

    Esatto, cara Rosanna Prisco! Solo che, mi chiedo, come mai, da me verificato, dopo le 19, 00, si continua a vaccinare fino a tardissima ora, nonostante l' ordinanza del sindaco di stare a casa, perché il Sig. Covid-19, a quell' ora esce di casa ed infetta, specie negli assembramenti tipo quello dell' hub vaccinale di Via Volta, la gente? O forse no! Covid-19, sentendo nell'aria odore di "vaccino", scappa a gambe levate dall'hub di cui sopra? Allora non c'è bisogno di farsi iniettare qualcosa che non sappiamo cosa sia! E' tutto in fase sperimentale! Basta procurarsi del vaccino e versarlo in un' ampollina, farsi una collanina e mettersela al collo così, Covid-19, non s'avvicina e non ci infetta! Tipo corona di agli contro i Vampiri! Rispondi a Orzowei

    Rosanna Prisco ha scritto il 17 aprile 2021 alle 18:26 :

    Il problema è che fanno andare la gente dalle 16.00 per farle uscire chissà quando ....bo rimango sempre più basita Rispondi a Rosanna Prisco

  • Mandarino cinese ha scritto il 17 aprile 2021 alle 09:15 :

    Poi se un povero cristo deve intraprendere una qualsiasi attività lavorativa la prima cosa è l'imposizione del bagno chimico altrimenti sono multe da capogiro.Ma forse chi ha deciso di aprire le porte del palavolta alla vaccinazione dormiva e non conosceva queste norme elementari in cui vi è l' obbligo di disporre dei bagni visto la prolungata permanenza in tali strutture da parte dei pazienti.Non vi sono parole per commentare tutto questo ora vedremo se il Sig Sindaco sarà capace di porvi rimedio sperando che la sua mortificazione dia almeno fatti concreti e non parole al vento. Rispondi a Mandarino cinese

    Franco ha scritto il 17 aprile 2021 alle 10:43 :

    Dilettanti allo sbaraglio. Rispondi a Franco

  • Franco ha scritto il 17 aprile 2021 alle 09:09 :

    È difficile fare capire perché gli assembramenti sono vietati ovunque ma non nell'hub vaccinale. Che potrebbe diventare quindi luogo di contagio prima che di prevenzione. Rispondi a Franco

    Rosanna Prisco ha scritto il 17 aprile 2021 alle 10:42 :

    Esatto Rispondi a Rosanna Prisco

  • pellegrinibiagio@gmail.com ha scritto il 17 aprile 2021 alle 06:42 :

    Carissimo Sindaco, non bastano le scuse ed il rammarico di fronte a disfunzioni che colpiscono in maniera grave e drammatica persone a rischio o di età avanzata, che attendono aiuti ed interventi secondo un calendario ragionevole. I disservizi che colpiscono persone deboli non possono essere tollerati. Che senso ha garantire l’accesso ai locali di somministrazione dei vaccini (addirittura con indicazione dell’orario di accesso individuale anche in secondi) e poi far attendere per ore che arrivi il momento della somministrazione individuale del vaccino. Il tutto in una situazione di forte disagio per la temperatura bassa e per l’attesa anche all’esterno del palazzetto, per alcuni pazienti anche in piedi per molte ore. Ci sono sicuramente responsabilità precise che determinano l’inefficienza Rispondi a pellegrinibiagio@gmail.com

  • Tex willer ha scritto il 17 aprile 2021 alle 05:59 :

    Bravo signor Sindaco dopo tantissime inefficienze della sanità regionale mi sono sembrate doverose le sue scuse per quello che accade all' hub di Ruvo di Puglia.Non capisco perché chi doveva vigilare che venissero rispettati tutti i protocolli di sicurezza non lo ha fatto.Non si può pretendere rigore dagli altri a seguito il diffondersi del Covid a Ruvo di Puglia e poi mandare al massacro con code interminabili chi deve vaccinarsi soprattutto in questi giorni di freddo.Guardiamo in faccia la realtà evidente delle cose che non funzionano perché poi le conseguenze le paghiamo tutti noi sulla nostra pelle.Un consiglio diamo la facoltà alle persone prenotate di prendere il bigliettino di prenotazione come alla posta con la possibilità di allontanarsi e ritornare all'ora prestabilita. Rispondi a Tex willer

  • Eleonora Malerba ha scritto il 17 aprile 2021 alle 04:51 :

    Una vergogna. Ieri ero in quell’hub vaccinale per accompagnare mio padre ( la famosa categoria fragile da proteggere...la ns memoria storica...i nonni dei ns figli ) un quasi ottantenne che aveva una prenotazione alle ore 13,40 ed ha avuto la “fortuna” ( parliamo di fortuna perché purtroppo molti dopo ore di attesa sono stati rimandati a casa per assenza di vaccini) di essere vaccinato alle ore 19!!!!!!!!. Siamo stati “accolti” in un luogo stracolmo di gente ammassata, senza possibilità di una sedia per attendere, senza un bagno ( necessario quando occorre aspettare 6 ore )! E questa la chiamiamo città civile!? A voi ogni commento!!!!! Rispondi a Eleonora Malerba

    Rosanna Prisco ha scritto il 17 aprile 2021 alle 10:40 :

    Eh Rispondi a Rosanna Prisco