In questi giorni a Chicago

Perla Di Gioia al congresso mondiale sulla violenza di genere

La psicologa criminale e ricercatrice dell’Ecole universitaire internationale presenterà il suo studio sulla droga dello stupro e sui nuovi metodi di identificazione delle vittime

Attualità
Ruvo di Puglia mercoledì 04 aprile 2018
di La Redazione
Perla Di Gioia (seconda da sinistra)
Perla Di Gioia (seconda da sinistra) © Ecole universitaire internationale

L’Ecole universitaire internationale è presente al congresso mondiale su violenze sessuali e domestiche e discriminazioni di genere (International conference on sexual assault, domestic violence and gender bias) che si sta svolgendo in questi giorni (dal 3 al 5 aprile) a Chicago, negli Stati Uniti.

Nel gruppo di ricercatrici c'è anche la psicologa criminale ruvese Perla Di Gioia, che esporrà i risultati del suo studio “How to improve evidence collection in sexual assault perpetrated whit the use of gbh-gbl. New methodology to overcome the time issue in detecting gbh-gbl”. È dedicato alla cosiddetta droga dello stupro e verte anche sui nuovi metodi di identificazione delle vittime, che oltrepassano l'esame del sangue, delle urine e del capello attualmente utilizzati.

Il lavoro, insieme a un altro di alcune colleghe dell’Ecole (“What is biased can be unbiased: the neurological process of identification and elimination of biases held by professionals and victims. Study conducted using subjects brain mapping to evaluate biases caused by trauma, culture or education”), è uno dei 13 finalisti, selezionato tra migliaia di proposte pervenute da tutto il mondo. Mai prima d’ora nella storia del congresso erano state scelte due ricerche realizzate dallo stesso ente.

Inoltre, per la prima volta, delle docenti italiane terranno lezione agli oltre tremila partecipanti: sono la dottoressa Martina Grassi e la dottoressa Sabrina Magris, rispettivamente ricercatrice e presidente di Ecole Universitaire Internationale.

Lascia il tuo commento
commenti