Le altre sono state calendarizzate nell'arco dei prossimi mesi

Ecco le prime operazioni di brillamento degli ordigni bellici ritrovati a Molfetta

​Sono 84 in totale e sono stati recuperati sul fondale del porto. Li hanno fatti esplodere a partire da martedì nella cava della ditta “Global Cave srl”, ubicata al confine tra Ruvo e Corato ​

Attualità
Ruvo di Puglia giovedì 29 novembre 2018
di La Redazione
Le operazioni di brillamento dei primi ordigni bellici nella cava di Corato
Le operazioni di brillamento dei primi ordigni bellici nella cava di Corato © n.c.

Hanno preso il via martedì le operazioni di brillamento degli ordigni bellici recuperati dal nucleo Sdai della Marina militare sui fondali del porto di Molfetta.

L’operazione - concordata tra Sindaco, Prefetto, Questura, Marina militare e sezione speciale Genio guastatori dell’Esercito - ha previsto il trasferimento nella cava della ditta “Global Cave srl”, ubicata al confine tra Ruvo e Corato, di 84 ordigni a caricamento speciale.

Nel dettaglio si tratta di 49 bombe d’aereo inglesi da trenta libre; un ordigno caricato con fosforo bianco; un ordigno probabilmente caricato al fosforo bianco; 32 piat (proietti anticarro) e una bomba d’aereo da 30 libre statunitense.

Le operazioni di trasferimento sono state calendarizzate e si protrarranno fino al prossimo febbraio.

Lascia il tuo commento
commenti