L'impegno di monsignor Cornacchia

Il 15 gennaio la Celebrazione di apertura della Visita pastorale

Appuntamento alle 19.30 nella Cattedrale​​ di Molfetta. Secondo quanto stabilisce il Codice di Diritto Canonico, è un impegno del Vescovo quello di visitare tutta la Diocesi almeno ogni cinque anni

Attualità
Ruvo di Puglia domenica 13 gennaio 2019
di La Redazione
Monsignor Cornacchia con don Dario Vacca e don Antonio Cipriani
Monsignor Cornacchia con don Dario Vacca e don Antonio Cipriani © n.c.

Con la solenne Concelebrazione eucaristica che si terrà nella Cattedrale di Molfetta il 15 gennaio 2019 alle 19.30, il vescovo Domenico Cornacchia aprirà ufficialmente la sua prima Visita pastorale, indetta l’8 dicembre scorso, nella Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, e anticipata dai due viaggi pastorali fatti recentemente in Argentina e in Africa. Durante la celebrazione saranno emblematici alcuni momenti: la lettura di un estratto del decreto di indizione della Visita, l'aspersione del popolo e il rinnovo della professione di fede.

Nel terzo anniversario della sua nomina a vescovo di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, monsignor Cornacchia apre la Visita pastorale considerandola un prosieguo della grazia ricevuta con la presenza del Santo Padre a Molfetta, sui passi del Servo di Dio don Tonino Bello, il 20 aprile 2018. Secondo quanto stabilisce il Codice di Diritto Canonico, è un impegno proprio del Vescovo quello di visitare tutta la Diocesi almeno ogni cinque anni: «Una delle forme, collaudate dall’esperienza dei secoli, con cui il Vescovo mantiene contatti personali con il clero e con gli altri membri del Popolo di Dio».

La Visita pastorale, dunque, non è un’ispezione o un fatto burocratico e neppure una serie di celebrazioni ed eventi esteriori che si sovrappongono al cammino diocesano. Essa, invece, è sia un dono di Dio per la Diocesi tutta, sia un momento speciale e unico per il Vescovo, che nell’esercizio del suo ministero viene accolto e riscoperto come maestro, sacerdote e pastore che visita il suo popolo (cf. Apostolorum Successores, 221). L’ultima Visita pastorale in Diocesi fu fatta da monsignor Luigi Martella, di venerata memoria, iniziata nel gennaio 2008.

In questa esperienza, il vescovo sarà affiancato da alcuni convisitatori: il vicario generale, don Raffaele Tatulli; il segretario della Visita pastorale don Pietro Rubini; il cancelliere vescovile, don Fabio Tangari e l’economo diocesano, don Angelo Mazzone.

Monsignor Cornacchia ha altresì voluto in questo primo anno visitare le persone e gli ambiti della vita sociale e civile: Comuni, scuole, associazioni di categoria…per poi, nel secondo anno, visitare ciascuna parrocchia secondo un calendario che sarà presto reso noto. Dopo la celebrazione del 15 gennaio, che sarà trasmessa in diretta tv su Tele Dehon (canali 18 e 518) e in streaming su www.diocesimolfetta.it, primi appuntamenti saranno le visite alle quattro Amministrazioni comunali:

  • Giovinazzo – giovedì 17 gennaio ore 17 Aula consiliare
  • Molfetta – venerdì 18 gennaio ore 17 Aula consiliare
  • Ruvo di Puglia – venerdì 25 gennaio ore 17 Aula consiliare
  • Terlizzi – martedì 29 gennaio ore 17,00 Pinacoteca “M. de Napoli.

Giovedì 24 gennaio 2019, Festa di san Francesco di Sales, alle 17, nell'Auditorium della parrocchia “Madonna della Rosa” di Molfetta, il Vescovo incontrerà gli operatori della comunicazione: direttori, giornalisti, foto e videoreporter delle testate operanti nelle quattro città.

Sul settimanale diocesano Luce e Vita di oggi, domenica 13 gennaio, un’ampia presentazione del significato, contenuti, modalità e tempi della Visita pastorale. L’ufficio comunicazioni sociali, che ha ideato e realizzato il logo della visita pastorale, accompagnerà i diversi eventi con i servizi pubblicati sul giornale e sui social diocesani.

Lascia il tuo commento
commenti