Il viandante non ha soldi

A Ruvo Bruno e Salam, in viaggio per la pace da Lisbona a Gerusalemme

​Partito il 15 marzo 2015 da Santiago di Compostela​, il 36enne portoghese ha portato con sé il suo asinello. L'obiettivo, arrivare in Terra Santa. A chi gli chiede quando, risponde «nel tempo giusto»​​

Attualità
Ruvo di Puglia lunedì 11 marzo 2019
di La Redazione
Bruno e Salam a Ruvo
Bruno e Salam a Ruvo © Facebook

Perché ci sia la pace nel mondo. È per questo motivo che Bruno Diaz, un 36enne portoghese, e il suo asinello Salam si sono messi in viaggio. E ieri, dopo aver trascorso alcuni giorni nella vicina Corato, sono arrivati a Ruvo di Puglia.

Bruno è di Lisbona, è partito il 15 marzo di due anni fa da Santiago di Compostela, e vuole arrivare nella Terra Santa, a Gerusalemme. Il suo è un viaggio che ripercorre i passi degli antichi pellegrini lungo i cammini della fede e nel nome della pace. Il nome di Salam non è un caso: in arabo significa pace.

I due viaggianti hanno già attraversato la Francia e i Pirenei. Sono entrati in Italia, nei pressi di La Spezia hanno percorso la via Francigena passando poi per Assisi, Roma, e poi lungo la costa adriatica. Nei giorni scorsi è rimasto incantato dalla bellezza del Castel del monte e nelle prossime settimane proseguirà il suo cammino verso l'Albania e poi si dirigerà verso la Turchia fino ad arrivare a Gerusalemme.

Il viandante portoghese non ha soldi, in cambio di ospitalità è in grado di offrire «pace e speranza». A chi gli chiede quando arriverà in Terra Santa, lui risponde sempre «nel tempo giusto».

Ieri è arrivato a Ruvo di Puglia e ha dormito nella sua piccola tenda a Parco Mennea.

«Salam sta qua con noi - ha detto in un videomessaggio postato sulla pagina Facebook del progetto Marcha Por La Paz : Santiago-Roma-Jerusalem - a fare la sua missione, a ricordare agli umani l'importanza del rispetto e dell'amore per gli animali. Auguri a tutti di una grande giornata piena di ispirazione per un mondo migliore».

Lascia il tuo commento
commenti