​A partire dalle 15

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in visita alla Itel di Ruvo

Sabato sarà negli stabilimenti dell’azienda a partire dal mattino. Poi Leonardo Diaferia illustrerà il progetto Erha, l'acceleratore lineare di protoni per la cura delle neoplasie​

Attualità
Ruvo di Puglia giovedì 11 aprile 2019
di La Redazione
Giuseppe Conte
Giuseppe Conte © n.c.

C’è grande interesse intorno al progetto Erha, l’acceleratore lineare di protoni per la cura delle neoplasie. È per questo che sabato mattina il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà a Ruvo di Puglia per visitare gli stabilimenti della Itel Telecomunicazioni e della Linearbeam, aziende leader nelle soluzioni per la sanità del gruppo Itel.

A partire dalle 15 il presidente Itel Leonardo Diaferia presenterà il progetto a Conte, ma anche a tutte le maggiori autorità civili, militari e religiose presenti.

Diaferia nei giorni scorsi ha dato notizia del nuovo spin-off dell'azienda, la Newco Linear Beam srl, che nei prossimi quattro anni si occuperà proprio di sviluppare il progetto Erha che comprende anche un sistema robotizzato di movimentazione del paziente e da un software per il trattamento in radioterapia.

Per farlo avrà a disposizione 14,9 milioni di euro provenienti dalla Banca europea degli investimenti per il tramite del Miur e del Fondo ricerca e innovazione (Rif) di Equiter, che si occupa di sostenere la ricerca e di generare innovazione nelle regioni del Sud Italia. Fra i tre al momento in atto, questo è il finanziamento più consistente.

«È un'iniziativa che ho promosso nella consapevolezza dell'importanza economica e occupazionale dell'azienda» commenta la senatrice coratina dei Cinque Stelle, Angela Bruna Piarulli. «Sono certa dell'utilità, per il nostro premier, di approfondire una realtà del nostro territorio all'avanguardia nel campo tecnologico, nella diagnostica, nella medicina nucleare e nella radioterapia avanzata. Il Movimento 5 Stelle vuole valorizzare la qualità, l'innovazione e gli investimenti nei lavori del futuro. Da qui nasce la scelta che abbiamo condiviso con il presidente Conte».
Lascia il tuo commento
commenti