Nello studio del notaio Campi

Consegnati gli appartamenti ai dieci soci della “Cooperativa edilizia Nuova Casa”

​Nata nel 2016 per volontà dell’Upsa Confartigianato​, vede compiersi l'atto finale. Il presidente D'Aniello: «Un risultato che premia lo sforzo e la fiducia riposta nel valore della cooperazione»​​

Attualità
Ruvo di Puglia sabato 13 aprile 2019
di La Redazione
Consegnati gli appartamenti ai dieci soci della “Cooperativa edilizia Nuova Casa”
Consegnati gli appartamenti ai dieci soci della “Cooperativa edilizia Nuova Casa” © Facebook

Con l’assegnazione degli appartamenti ai dieci soci proprietari si è concluso l’iter della “Cooperativa edilizia Nuova Casa”, nata nel 2016 per volontà e impegno dell’Upsa Confartigianato di Ruvo di Puglia. Ad aprile del 2017 fu concesso il permesso di costruire e a luglio dello stesso anno iniziarono i lavori.

La consegna delle abitazioni ha avuto luogo nello studio del notaio Francesco Campi alla presenza delle famiglie e dei presidenti della Cooperativa Gioacchino D’Aniello e del centro comunale Confartigianato Piero Paparella.

La costruzione, a elevato standard qualitativo, si trova nel Comparto I, lotto D, sita al civico 74 di via Alessandro Pertini ed è stata realizzata dall’Impresa Pellegrini srl nel pieno rispetto delle norme vigenti in materia di efficienza energetica e di sicurezza antisismica. La progettazione e direzione dei lavori è stata affidata allo “Studio Ruta associati”, mentre il coordinamento della sicurezza all’ingegner Vincenzo Basile.

«Non posso dirmi che soddisfatto del risultato raggiunto - ha detto il presidente D’Aniello -; un risultato che viene a premiare lo sforzo compiuto e la fiducia riposta nel valore della cooperazione, che resta fondamentale per il benessere delle famiglie e della comunità intera. Sincera gratitudine intendo manifestare a quanti hanno collaborato perché l’esito fosse conseguito con sollecitudine e nel migliore dei modi: grazie ai tecnici, alle maestranze, ai soci, alla Confartigianato e alla sua collaboratrice di segreteria Mariella Montaruli.

La soddisfazione di poter disporre di una casa propria - ha concluso - è impagabile, perché preziosa è la dimora in cui una famiglia vive e in cui può programmare e affrontare il suo futuro. A tutti gli auguri sinceri e affettuosi».

«Altri progetti sono in cantiere per consentire soprattutto ai giovani, alle nuove imprese e alla cittadinanza tutta di Ruvo di poter pensare con intima certezza ad un futuro migliore», ha promesso il presidente Paparella.

Lascia il tuo commento
commenti