Da oggi al 17 aprile

“Mezza pagnotta” a Lecce per il FoodExp

Per i fratelli Vincenzo e Francesco Montaruli ​nessuna gara per quest'anno, hanno già dato e ampiamente dimostrato. Piuttosto tanta esperienza da raccontare, in attesa delle stelle

Attualità
Ruvo di Puglia lunedì 15 aprile 2019
di Irene Tedone
FoodExp 2019
FoodExp 2019 © FoodExp

Da Chef Emergente Territorialità a FoodChanger il passo è breve. Più che un volo pindarico è un volo diretto Ruvo-Lecce che solo gente di Mezza Pagnotta è capace di fare.

Coincidenze? Niente affatto.

Alziamo l'asticella. L'orgoglio è al top. E sì. Vincenzo più Francesco o Francesco più Vincenzo (gli addendi Montaruli in via Rosario uniti sotto l'insegna Mezza Pagnotta) sono un'addizione straordinaria di tradizione, gusto e semplicità che nessuna prova del nove può smontare.

Una proprietà associativa di sangue che li porta a vivere stesse esperienze e a raccogliere prima dalla Murgia e poi dal piatto le soddisfazioni più grandi del loro moto creativo.

Eccoli. È ancora la città del barocco ad accoglierli.

FoodExp 2019 (food life experience), che oggi apre le porte per una tre giorni intensa dedicata al cibo e alla sua storia, li annovera tra i 15 FoodChanger, i cuochi che cambiano il mondo, come relatori ed esperti da cui "rubare" con occhi e con orecchie spunti di gusto nuovi ma vecchi come il mondo.

E c'è da esserne orgogliosi perché tra Milano, Copenaghen, Gorizia, Cuneo e le altre, voilà compare Ruvo di Puglia, l'unica città pugliese che con “the brothers” è degna nell'edizione 2019 di FoodExp di tenere il pulpito e portare un esempio di cucina come dicono loro "etnobotanica".

Nessuna gara per quest'anno, hanno già dato e ampiamente dimostrato. Piuttosto tanta esperienza da raccontare in attesa delle stelle.

Lascia il tuo commento
commenti