Dal 12 al 27 luglio 2019

Terza edizione per Nòve nòve nòve

​Per mezzo di workshop, analisi, conferenze ed esposizioni, si cercheranno strumenti e strategie per una mutazione - del pensiero prima ancora che dell’azione - ambientale, economica e sociale​

Attualità
Ruvo di Puglia venerdì 05 luglio 2019
di La Redazione
Castello Melodia
Castello Melodia © La Capagrossa

Il progetto nòve nòve nòve, festival sulla rigenerazione urbana giunto alla sua terza edizione, torna nel Comune di Ruvo di Puglia dal 12 al 27 luglio 2019.

Per mezzo di workshop, analisi, conferenze ed esposizioni, l’obiettivo è quello di ricercare strumenti e strategie per una mutazione - del pensiero prima ancora che dell’azione - ambientale, economica e sociale.

Da qui dunque il tema di questa edizione, Mutazioni, che ha l’obiettivo di indagare teorie, pratiche e strategie di economia circolare.

Un momento di empowerment e di immaginazione collettiva, un appuntamento della comunità che, con la guida di esperti nel settore dell’architettura, dell’artigianato e del design, affronti le tematiche più innovative relative allo sviluppo urbano sostenibile.

Dallo scarto produttivo alla molecola, momento e luogo della frontiera in cui ogni legge si trasforma, la terza edizione di nòve nòve nòve vuole provare ad aprire un varco, una finestra verso un futuro possibile continuando il proprio percorso di esplorazione di nuovi modi e nuovi mondi, trasformando lo scarto in una materia prima secondaria e, quindi, una risorsa.

Designer, creativi e ricercatori sono chiamati, dunque, ad osservare con occhi nuovi i flussi di risorse e materiali per comprendere come, a partire dalle materie che oggi cataloghiamo come scarti, è possibile immaginare prodotti, servizi, sistemi e città ad impatto zero.

Idee nuove, strategie alternative, pensieri provocativi, possono contribuire alla risoluzione dei problemi che oggi affliggono la società interfacciandosi con le politiche economiche, sociali, culturali.

Come negli anni passati, la ricerca assume la forma di una pratica partecipata da diverse età, a cominciare dalla fantasia creativa dei più piccoli, con un workshop svolto fino alla fine di giugno presso il coworking cittadino de La Capagrossa, associazione culturale organizzatrice del festival.

Oltre a conferenze e seminari aperti al pubblico e tenuti da esperti del campo dell'economia circolare applicata alla città e al design come Emanuele Bompan, direttore responsabile della rivista Materia Rinnovabile|Renewable Matter, una speciale chiamata alle arti è rivolta agli artisti in un workshop condotto dall’artista Francesca Pasquali per la co-realizzazione di un’installazione realizzata con scarti di tessuto delle industrie ruvesi e destinata alla mostra internazionale Mutazioni, organizzata con la collaborazione di Antilia Gallery - progetto curatoriale itinerante nato a Gioia del Colle - e particolare nota di pregio di questa terza edizione che per l'occasione vedrà riaprire straordinariamente alla città gli spazi preservati dal tempo dell'antica torre del Castello Melodia che domina ancora oggi la piazza della città.

Da lì, la mostra collettiva internazionale Mutazioni, il cui vernissage sarà il 12 luglio, contribuisce al dibattito attraverso le visioni di artisti e creativi a partire dalle suggestioni della ricerca guidata da Leonardo Delmonte nel corso dei laboratori della scorsa edizione, attraverso modelli, installazioni e oggetti di design.

La mostra prende luogo nella torre del castello medioevale di Ruvo di Puglia, un luogo al momento inutilizzato: un'architettura del passato perfetta per indagare il futuro e l'adiacente possibile, un luogo di rilevanza strategica per la città, in mutazione.

Sostenuto dal Comune di Ruvo di Puglia, patrocinato dalla Regione Puglia, da Legambiente Puglia e dall’Ordine degli Architetti di Bari, l’evento ha risonanza regionale ed è stato presentato in pubblicazioni a tiratura nazionale come Città come Cultura, edito dal MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma. A conclusione di questa edizione, i risultati raggiunti nelle tre edizioni saranno infine raccolti in una pubblicazione ufficiale.

Il programma

Laboratorio con i bambini “Curiamo l’ambiente”

12 - 28 giugno 10:00 - 13:00

A cura di Ivan Iosca e Giorgia Floro

c/o Laboratorio Urbano La Capagrossa Coworking

via Martiri delle Foibe 23, Ruvo di Puglia

Workshop con l’artista Francesca Pasquali

09 - 12 Luglio 09:30 - 18:30

c/o Laboratorio Urbano La Capagrossa Coworking

via Martiri delle Foibe 23, Ruvo di Puglia

Mutazioni - mostra collettiva internazionale

12 - 27 Luglio 10:00 - 12:00 | 18:00 - 21:00

A cura di Antilia Gallery

c/o Torre del Castello Melodia

Arco Melodia 11, Ruvo di Puglia

Vernissage con le istituzioni e gli artisti

12 luglio 18:00

c/o Torre del Castello Melodia

Arco Melodia 11, Ruvo di Puglia

Workshop “Ruvo Circolare”

con Emanuele Bompan e Saverio Massaro

15 - 16 luglio 09:30 - 19:00

c/o Laboratorio Urbano de La Capagrossa Coworking

via Martiri delle Foibe 23, Ruvo di Puglia

Talk - “Ripensare i territori in ottica circular”

16 luglio 19:00

Intervengono: Emanuele Bompan | direttore responsabile rivista Materia Rinnovabile|Renewable Matter

Saverio Massaro | architetto e civic designer, UniBas.

c/o Torre del Castello Melodia

Arco Melodia 11, Ruvo di Puglia

Talk - “Green Jobs | lavorare sostenibile al Sud”

18 luglio 19:00

Vito D’Ingeo | Presidente Confcommercio Ruvo di Puglia

Francesco Tarantini | Presidente Legambiente Puglia

Daniela Celestino |Tersan Puglia

Claudia Marciano e Costantino Forte | Trip technology Trani

Talk - “Fragilità ambientali | Diritti dell’ambiente”

19 luglio 19:00

Giuseppe Milano | assegnista di ricerca IUSS Pavia / ISPRA - INU Puglia | “Tra fragilità ambientali e marginalità sociali. Il monitoraggio del consumo di suolo in Puglia come “pratica di cura” per la rigenerazione urbana e territoriale”

Valeria Corriero | Ph.D. in Diritto ed Economia dell’Ambiente, Ricercatrice di Diritto Privato - Università degli studi di Bari Aldo Moro

Francesco Cocomile | Consigliere T.A.R. Puglia Bari “Partecipazione e dibattito pubblico”

Artisti e designer in mostra: EMusic (IT) Ensemble Studio (ES) Erez Nevi Pana (IL) Eva Gentner (DE) Francesca Pasquali (IT) Jiří Kamenskich (CZ) Materia ordinaria (IT) Formafantasma (NL).

Lascia il tuo commento
commenti