La soddisfazione di Legambiente

Francesco Tarantini presidente del Parco Alta Murgia, firmato il decreto

​L'iter ha visto un consenso unanime e trasversale raccolto sul territorio, dimostrando che passione, dedizione e amore portano a fiducia e apprezzamento, al di là degli schieramenti politici​

Attualità
Ruvo di Puglia venerdì 09 agosto 2019
di La Redazione
Francesco Tarantini presidente del Parco, c'è l'ok di Camera e Senato
Francesco Tarantini presidente del Parco, c'è l'ok di Camera e Senato © n.c.

È stato firmato dal ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, il decreto di nomina di Francesco Tarantini a presidente del Parco nazionale dell'Alta Murgia. Si chiude così un lungo iter procedurale che vedrà l'ex presidente regionale di Legambiente alla guida di uno dei parchi più grandi d'Europa.

«È una splendida notizia sia per il territorio del Parco sia per Legambiente Puglia, da sempre impegnata con i propri circoli nel tutelare e promuovere le aree protette regionali» spiega la segreteria regionale dell'associazione ambientalista pugliese.

L'iter ha visto un consenso unanime e trasversale raccolto da Francesco Tarantini sul territorio, dimostrando che passione, dedizione e amore portano a fiducia e apprezzamento, al di là degli schieramenti politici. A prevalere è stato un forte senso di appartenenza al Parco, che richiede una guida competente e autorevole.

Sappiamo che Francesco Tarantini, così come ha fatto in questi anni alla guida di Legambiente Puglia, creerà nuove sinergie basate su cooperazione e partecipazione, stimolando al tempo stesso una collaborazione con le altre aree naturali protette della Puglia, con particolare attenzione all’aggiornamento della legge regionale n. 19 del 1997 sulle aree protette.

La nomina di Francesco Tarantini gratifica Legambiente Puglia in tutte le sue articolazioni, dai volontari, ai circoli, al direttivo e alla Segreteria regionale. È un segno di riconoscimento e apprezzamento per tutti noi che lavoriamo ogni giorno per tutelare l'ambiente.

Il nostro impegno sarà da oggi ancora maggiore, con alla base un gruppo dirigente rafforzato e responsabile, che supporterà nei prossimi anni il presidente regionale, fino a quando lo permarrà opportuno e potrà continuare a dedicare il proprio tempo e impegno a Legambiente Puglia».

Lascia il tuo commento
commenti