La lettera

#FridayforFuture, Chieco alla piccola Giorgia: «Pianteremo un albero per ogni bambino nato»

La bambina, che si definisce una "rivoluzionaria", scrive al sindaco per rivendicare il diritto al futuro suo e dei suoi coetanei. E lui le risponde che sarà finalmente applicata la Legge del 2013

Attualità
Ruvo di Puglia venerdì 27 settembre 2019
di La Redazione
La lettera di Giorgia
La lettera di Giorgia © Facebook

Nel giorno della mobilitazione internazionale per il clima, il #FridayforFuture, il sindaco Pasquale Chieco dedica un post alla "rivoluzionaria" (così si definisce lei stessa) Giorgia, una bambina ruvese che gli ha scritto una lettera per rivendicare il diritto suo e dei suoi coetanei a un futuro migliore, o anche solo semplicemente a un futuro, e per proporre alcune soluzioni al problema spazzatura.

«I cittadini di Ruvo di Puglia - scrive Giorgia nel suo corsivo tondo e ordinato - non si rendono conto che se ognuno di loro lascia nei parchi, nelle strade e persino a casa propria un pezzetto di carta o qualsiasi altro materiale, rischiamo di essere sommersi da immondizia. Noi alunni saremo i cittadini di domani, non crediamo di meritarci tutto questo.

È inutile costruire case, palazzi o edifici se prima non riflettiamo che da un momento all'altro potremmo morire, ma non per malattie, ma per spazzatura».

La ragazzina propone poi di organizzare un raduno per ripulire la città; un corso per sensibilizzare le persone al tema; infine di indire una gara a «chi riesce a raccogliere più spazzatura possibile», con tanto di premio.

«Lei è il nostro Sindaco, ci aiuti a cambiare le cose», conclude.

E il Primo cittadino intende prenderla sul serio, con iniziative concrete. Dopo averla ringraziata «per la tua bellissima lettera, per il tuo amore per la nostra città e per la nostra comunità, per la passione civile che hai messo in queste pagine, le promette «che studieremo il modo di mettere in pratica le tue proposte. Nel frattempo - prosegue - prendo spunto dalla tua lettera per raccontarti quello che vogliamo fare a partire da oggi, in questa bellissima giornata di amore per il Pianeta che milioni di persone della tua età stanno dichiarando a gran voce.

Con il consigliere comunale Antonio Mazzone abbiamo deciso di applicare concretamente la Legge 10/2013 “Un albero per ogni persona nata”. È una legge che obbliga i Comuni con popolazione superiore a 15mila abitanti a piantare un albero per ogni nuova iscrizione all’Anagrafe comunale, quindi per ciascuno che nasce o che arriva in adozione. Questa legge è in vigore sin dal 2013, ma ad oggi pochi Comuni l'hanno applicata. Ci metteremo subito a lavoro per individuare le aree dedicate, definire l’elenco delle specie arboree e, per recuperare il tempo perso, pianteremo un numero di alberi almeno pari alle nascite a partire dall’entrata in vigore della Legge.

Come ha detto Antonio (Mazzone, ndr), questa giornata ci sembra l’occasione perfetta per trasformare un obbligo in un’opportunità».


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Nicola tedone ha scritto il 29 settembre 2019 alle 10:01 :

    Ho capito dove volete piantare gli alberi per ogni bimbo nato. A corso Cavour. Ecco perché gli alberi che ci sono li state facendo morire pieni di melassa. Così corso Cavour avrà le chianche pulite e non si correrà più il rischio di cadere. Poi gli alberi bassi daranno la possibilità a quel bell' esempio di illuminazione di far diventare vivibile lo stesso corso Cavour. Smettetela di prendere in giro i cittadini specialmente i più piccoli Rispondi a Nicola tedone

  • anacleto berardi ha scritto il 27 settembre 2019 alle 11:06 :

    e aggiungerei, sig. sindaco, che ci impegneremo a rompere il c**o a chiunque danneggi il verde pubblico, a chiunque abbandoni rifiuti, a chiunque in qualsiasi modo vanifichi il lavoro e gli sforzi di chi vuole rendere la città pulita, decorosa, ordinata, vivibile. Rispondi a anacleto berardi

  • Franco ha scritto il 27 settembre 2019 alle 07:58 :

    Tutto bene, speriamo solo che il sindaco si ricordi che gli alberi da piantare possono essere forniti gratuitamente (!!!) dai Carabinieri della Forestale e dal loro vivaio a Cassano Murge. Così che tutto non si trasformi uno spreco di denaro pubblico e un affare per i vivaisti. Rispondi a Franco

  • De leo Angelo ha scritto il 27 settembre 2019 alle 07:31 :

    E da pazzi farò nascere o adottare un bambino/a in una comunità dove non funziona nulla e offre nulla.Dove se sei solo un gran paraculato raccomandata ti danno un impiego .Mi dispiace per Giorgia ma non appena tocchi terra con idee più chiare tocchi la vera italia L'Africa lasciala hai raccomandati e pensionati.Se hai voglia di crescere qui sei bruciata.Lascia stare Cieco che è un politico.Un giorno capirai che significato a questo aggettivo(PRESE PER IL SEDERE) Rispondi a De leo Angelo

    francesco amenduni ha scritto il 28 settembre 2019 alle 17:11 :

    oh, quand la maiestr spiegaj u'italion, cè stiv assend??? Rispondi a francesco amenduni

  • ROSA CANTATORE ha scritto il 27 settembre 2019 alle 07:11 :

    Brava Giorgia, Ti auguro che mantengono le promesse Le due persone che Le hanno fatte Ciao Vai avanti Vola in Alto Rispondi a ROSA CANTATORE