Per quanto riguarda le espressioni della pietà popolare e le processioni dei Misteri della Passione, che sono inscindibili dalle celebrazioni del Triduo Pasquale, disposta la loro abolizione per quest’anno

Rinviata al 15 settembre la processione degli “Otto Santi”

​Lo ha disposto il vescovo Domenico Cornacchia, alla luce delle indicazioni della Santa Sede e ricorrendo il primo centenario del gruppo statuario del “Trasporto di Cristo al sepolcro”​

Attualità
Ruvo di Puglia sabato 28 marzo 2020
di La Redazione
Otto Santi
Otto Santi © RuvoLive.it

Monsignor Domenico Cornacchia, vescovo della diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, ha emanato disposizioni sulle modalità di svolgimento dei riti della Settimana Santa, stravolta dall’epidemia da Coronavirus.

Per quanto riguarda le espressioni della pietà popolare e le processioni dei Misteri della Passione, che sono inscindibili dalle celebrazioni del Triduo Pasquale, dispone la loro abolizione per quest’anno, essendo fuori contesto celebrarle in date lontane dalla Pasqua.

«Non si manchi, però, - invita il Vescovo - di pregare personalmente nelle proprie abitazioni utilizzando anche i testi devozionali della pietà popolare».

Tuttavia, stabilisce che «il prossimo 15 settembre, memoria liturgica della Beata Vergine Maria Addolorata, si svolga in ogni città della Diocesi la processione dell’Addolorata. Nella città di Ruvo di Puglia, invece, si porterà in processione il gruppo statuario degli Otto Santi, ricorrendo quest’anno il primo centenario della loro realizzazione.

Le processioni si svolgeranno nelle ore pomeridiane e non dovranno durare più di tre ore».

Lascia il tuo commento
commenti