A seguito dell'ordinanza regionale

Riaprono le palestre. Lia Campanale: «Vivo le stesse emozioni dell’inaugurazione»

​Intervista con la responsabile dell’Asd e direttrice di una palestra aperta nel 1998 dal marito Franco Avella, indimenticato personal trainer​

Attualità
Ruvo di Puglia lunedì 25 maggio 2020
di Giuseppe Tedone
Lia Campanale
Lia Campanale © Lia Campanale

Da oggi riaprono le palestre che dovranno attenersi alle misure di sicurezza antiCovid-19.

Abbiamo contattato Lia Campanale, responsabile dell’Asd e direttrice di una palestra aperta nel 1998 dal marito Franco Avella,indimenticato personal trainer.

Dopo due mesi di chiusura,la palestra oggi riapre. Con quali sensazioni ritornerai a lavoro?

«Sicuramente sto provando un vortice di emozioni, pari a quelle provate quattro anni: determinazione, momenti di riflessione, ma anche paure e lacrime.È stata una decisione molto difficile da prendere e, non lo nego, ho voluto riflettere prima di continuare a percorrere questo sentiero irto e tortuoso, ma pieno di soddisfazioni. D’altro canto, la vita richiede sempre forza e sacrificio, altrimenti non potremmo apprezzarne le cose belle».

È come se fosse l’inaugurazione?

«Sicuramente! Sto preparando al meglio la struttura per riaccogliere nuovamente i miei tesserati, come se fosse nuovamente il primo giorno di attività: ovviamente eviteremo stappi di spumante. Spero che come me, anche tutte le altre associazioni sportive dilettantistiche locali siano pronte a ripartire e condividano il mio spirito di intraprendenza».

Come vi siete attrezzati per quanto riguarda le norme igieniche da rispettare?

«È stata una delle nostre priorità: sin dal primo giorno ho seguito costantemente le misure indicate dal Ministro dello sport Spadafora e, subito dopo, io e i miei collaboratori ci siamo messi all’opera. Abbiamo iniziato una settimana fa, provvedendo a rifornirci di tutto il materiale necessario per la sanificazione; abbiamo realizzato una segnaletica indicativa composta anche dalle norme di buona condotta da rispettare all’interno della struttura. Sento che, come una mamma nei confronti dei suoi figli, era mio dovere assicurarmi che la palestra fosse nuovamente un ambiente sicuro per tutti».

Quante persone potranno prenotarsi al giorno?

«Attualmente l’accesso è consentito fino a un massimo di 10 persone, in base ai mq della nostra struttura».

I turni saranno divisi in fasce orarie?

«La nostra Asd garantirà 6 fasce giornaliere che vanno dalle 14.00 alle 21.30, con sedute di allenamento da un’ora e mezza. Abbiamo deciso volutamente di non aprire la mattina per poter effettuare ogni giorno le corrette operazioni di sanificazione.

Vorrei concludere con una citazione che mi ha particolarmente colpito negli ultimi giorni: “Un leone mi ha cacciato su un albero e ho molto apprezzato la vista dall’alto”».

Lascia il tuo commento
commenti