L'ordinanza

Ordigni bellici nel porto di Molfetta: saranno fatti brillare in una cava tra Ruvo e Corato

Le bombe saranno trasportate da Molfetta a Corato e fatte brillare nei giorni 20, 21 e 22 ottobre nella cava della ditta “Global Cave srl”, ubicata al confine dei territori di Corato e Ruvo​ di Puglia

Attualità
Ruvo di Puglia domenica 18 ottobre 2020
di La Redazione
Le operazioni di bonifica del porto da ordigni bellici
Le operazioni di bonifica del porto da ordigni bellici © Esercito Italiano

L’operazione “Basso Adriatico” - ovvero l’accordo di programma messo a punto per procedere alla bonifica da ordigni bellici dell’area prospiciente il porto di Molfetta - torna a coinvolgere Corato.

Come già avvenuto negli anni scorsi, le bombe saranno trasportate da Molfetta a Corato e fatte brillare nei giorni 20, 21 e 22 ottobre nella cava della ditta “Global Cave srl” ubicata al confine dei territori di Corato e Ruvo di Puglia.

A seguito del tavolo tecnico che si è svolto il 7 ottobre nella Prefettura di Bari, il commissario straordinario Schettini ha quindi firmato un’ordinanza che stabilisce l’interdizione temporanea della zona interessata per tutta la durata dell’operazione.

«Le operazioni di bonifica, costituite dal dispolettamento e dal brillamento, previo trasporto degli ordigni in altra zona, saranno compiute, adottando tutte le misure atte a garantire il massimo della sicurezza, da personale in forza al Comando dell’11° Guastatori di Foggia» si legge nell’ordinanza.

Il provvedimento ordina «l’allontanamento temporaneo precauzionale e l’interdizione della circolazione veicolare di tutta la popolazione presente a qualsiasi titolo ivi compresa ogni attività lavorativa, nella zona di pericolo nel raggio di almeno 300 metri dal punto di brillamento».

I divieti sono validi «dalle ore 9.30 e fino a cessate esigenze, nonché limitatamente alla percorrenza dell’autocolonna trasportante gli ordigni bellici ed al solo momento del brillamento degli stessi se richiesto dagli artificieri».

Lascia il tuo commento
commenti