Le novità

Tutte le novità del Dpcm. Conte: «Evitiamo un nuovo lockdown»

Questa sera il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha illustrato le nuove misure del Dpcm​​ ​ ​ ​

Attualità
Ruvo di Puglia domenica 18 ottobre 2020
di La Redazione
Giuseppe Conte
Giuseppe Conte © n.c.

Questa sera il primo ministro Giuseppe Conte ha illustrato le nuove misure del Dpcm, che si applicherà a far data dal 19 ottobre sino al 13 novembre p.v.

«Dobbiamo evitare un nuovo lockdown. La strategia non è e non può essere la stessa della primavera: in questi mesi abbiamo lavorato intensamente. Il Dpcm che vado ad illustrare è condiviso da tutte le istituzioni, tra cui le regioni ed parlamento. Il contenuto del dpcm è finalizzato a fermare il dilagare del contagio».

Movida. La palla passa ai sindaci che potranno decidere di imporre "coprifuoco" locali, quindi chiudere alle 21 piazze o strade dove è possibile che si creino assembramenti. fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

Bar e ristoranti. I ristoranti che possono assicurare il servizio ai tavoli chiuderanno alle 24. Al tavolo sarà permesso far sedere solo sei persone e i titolari delle attività dovranno affiggere il numero massimo di utenti che potranno ospitare all'interno. L'asporto sarà consentito fino a mezzanotte. Le attività che non potranno assicurare il servizio ai tavoli, dovranno chiudere alle 18. Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti.

Scuola. Si continua con la didattica in presenza. Per le scuole secondarie è prevista la flessibilità nell'organizzazione didattica, incrementando l'utilizzo della DaD in caso di necessità.

Trasporto pubblico locale. Sarà rafforzato, anche con il supporto di privati, per limitare il sovraffollamento soprattutto negli orari di ingresso e uscita da scuola.

Sport. Rimangono aperte le palestre ma verrà data una settimana di tempo ai gestori per allinearle con i protocolli di sicurezza. In caso contrario le palestre potrebbero essere chiuse. Stop alle competizioni per lo sport dilettantistico ma - secondo quanto riportato nella bozza - questo verrà per alcuni campionati come quelli giovanili e dalla seconda categoria in giù. Sì allo sport individuale.

Altro. Sospese feste e sagre e manifestazioni pubbliche. Stop a convegni e conferenze in presenza ed obbligo di meeting online. Sale giochi, sale scommesse e sale bingo potranno rimanere aperte dalle 8 alle 21.

Lascia il tuo commento
commenti