Il Dpcm 18 ottobre 2020 prevede la rimodulazione degli orari di ingresso e uscita; la Dad; i turni pomeridiani

Emiliano scrive ad Azzolina: «Necessaria attività didattica più flessibile nelle scuole superiori»

Iniziativa presa al termine della riunione convocata ieri sulla questione del congestionamento del trasporto pubblico, in relazione agli orari di entrata e uscita dalle scuole

Attualità
Ruvo di Puglia mercoledì 21 ottobre 2020
di La Redazione
Calca sui pullman, gli studenti pendolari: «Più mezzi e più orari per viaggiare in sicurezza»
Calca sui pullman, gli studenti pendolari: «Più mezzi e più orari per viaggiare in sicurezza» © n.c.

Il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inviato a Lucia Azzolina, ministra dell’Istruzione, una lettera dal seguente contenuto: «In considerazione dell’attuale andamento della situazione epidemiologica in Puglia, del particolare rischio di diffusione del contagio e delle situazioni critiche evidenziate dal Dipartimento della Salute della Regione Puglia, correlate al notevole aumento dell’utilizzo dei mezzi pubblici registrato in concomitanza con l’apertura delle scuole a causa della mobilità degli studenti, in particolare del secondo ciclo scolastico, segnalo l’urgenza di adottare forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, come previsto dal Dpcm 18 ottobre 2020 - rimodulazione orari ingresso e uscita, didattica integrata digitale, turni pomeridiani -, da presentare nel corso della prima riunione utile del coordinamento regionale e locale previsto dal cd. “Piano scuola”, adottato con D.M. 26 giugno 2020, n. 39.

In ogni caso, al fine di evitare picchi di utilizzo del trasporto pubblico collettivo e dannosi affollamenti, sussisterebbero condizioni oggettive per l’adozione di apposito provvedimento emergenziale, ove detti provvedimenti non fossero adottati con immediatezza dagli istituti scolastici».

La lettera è stata inviata anche al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, al Presidente dell’Anci, all’Assessore regionale al Diritto allo studio, Scuola e Università, all’Assessore regionale ai Trasporti e al Direttore dell’Ufficio Scolastico regionale.

Tale iniziativa è stata presa al termine della riunione convocata oggi dallo stesso Emiliano sulla questione del congestionamento del trasporto pubblico in relazione agli orari di entrata e uscita dalle scuole secondarie di secondo grado, alla luce delle disposizioni contenute nel nuovo Dpcm del 18 ottobre 2020.

Hanno partecipato alla riunione gli assessori alla Scuola Sebastiano Leo e ai Trasporti Gianni Giannini; il prof Pier Luigi Lopalco, assessore alla Sanità e al Welfare; il direttore del Dipartimento Salute, Vito Montanaro; la direttrice dell’Ufficio scolastico regionale Anna Maria Cammalleri; il presidente Anci Puglia, Domenico Vitto, il dirigente della Protezione civile regionale Mario Lerario e il capo dell’Avvocatura regionale, Rossana Lanza.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 21 ottobre 2020 alle 07:20 :

    Nessuno ha finora dimostrato che gli studenti si infettano (o infettano) più degli altri. L'affollamento sui bus è l'ennesimo alibi per chiudere le scuole. E lo vogliono soprattutto i presidi per scaricarsi di ogni responsabilità di contagio. Rispondi a Franco