L'avviso

Parco Alta Murgia, autorizzazione per la ricerca e raccolta del tartufo: come ottenerla

​L’autorizzazione ha carattere strettamente personale e deve essere esibita insieme al tesserino di raccolta e altri documenti quando sia richiesto dai Carabinieri Pnam in attività di controllo

Cronaca
Ruvo di Puglia lunedì 25 gennaio 2021
di La Redazione
Ricerca e raccolto del tartufo murgiano
Ricerca e raccolto del tartufo murgiano © Pagina Facebook "Tartufo dell'Alta Murgia"

Sul sito istituzionale del Parco Nazionale dell'Alta Murgia è disponibile il modulo per la richiesta di autorizzazione per la ricerca e raccolta dei tartufi all’interno del Parco.

Le istanze devono essere presentate preferenzialmente per via telematica: tutti i campi del modulo devono essere compilati affinché l’istanza possa essere inoltrata.

È necessario disporre, al momento della compilazione del modulo, di marca da bollo da 16 euro il cui codice va inserito nell’apposita casella.

I documenti da allegare devono essere salvati in formato pdf e divisi in tre file differenti (documento di riconoscimento, tesserino per la raccolta e certificati anagrafici dei cani coinvolti nell’attività)

L’autorizzazione deve essere ritirata personalmente dagli interessati, muniti di documento di riconoscimento in corso di validità e di marca da bollo da euro 16 negli uffici dell’Ente in via Firenze n. 10 in Gravina in Puglia dal lunedì al venerdì, dalle 10.30 alle 12.30, previa comunicazione degli uffici.

L’autorizzazione consente la ricerca e la raccolta dei tartufi a partire dalla data di emissione del provvedimento autorizzativo e sino al 30/09/2021. Essa inoltre è riferita al periodo in cui è consentita la raccolta delle specie di tartufo elencate al comma 1 dell’articolo 2 della L.R. n. 8/2015 e nel rispetto del calendario di raccolta di cui all’art. 15 della predetta L.R. n. 8/2015. La raccolta deve avvenire secondo le modalità stabilite dalla succitata legge regionale.

L’autorizzazione ha carattere strettamente personale e deve essere esibita insieme al tesserino di raccolta ed ai tesserini sanitari o certificati di iscrizione all’anagrafe canina degli animali coinvolti nella ricerca, in fase di controllo da parte del Reparto Carabinieri del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

All’interno del Parco è consentita la ricerca e la raccolta dei tartufi con solo due cani per raccoglitore.

 

Lascia il tuo commento
commenti