La mobilitazione

Assalto Cgil Roma: sedi aperte in tutta Italia. Presidio alla Cgil di Ruvo di Puglia

Ieri a Roma, durante la protesta dei "No green pass", alcuni manifestanti hanno preso d'assalto e devastato la sede nazionale della Cgil. Pino Gesmundo di Cigl Puglia: ​«La nostra risposta civile»

Cronaca
Ruvo di Puglia domenica 10 ottobre 2021
di La Redazione
Presidio del 10 ottobre: la sede della Cgil a Ruvo di Puglia
Presidio del 10 ottobre: la sede della Cgil a Ruvo di Puglia © Cgil Ruvo di Puglia

Ieri a Roma, durante la manifestazione "No green pass" a cui avrebbero partecipato circa 10mila persone, alcuni manifestanti, tra cui esponenti di estrema Destra, hanno preso d'assalto e devastato la sede nazionale della Cgil. 

Ferma e unanime la condanna delle Istituzioni e della politica per questo atto. Su invito della Cgil Nazionale, che ha convocato l'Assemblea nazionale straordinaria, oggi tutte le sedi Cgil italiane sono aperte.

«L’assalto squadrista e fascista alla sede nazionale della Cgil - scrive in una nota Pino Gesmundo, segretario generale Cgil Puglia - pretende una risposta chiara e netta delle istituzioni preposte che colpisca i responsabili. La risposta civile e democratica del mondo del lavoro, oltre l’assemblea nazionale straordinaria convocata per domani a Roma dalla Cgil, sarà quella di tenere aperte tutte le nostre sedi domenica 10 ottobre.

Contro la violenza squadrista, la serena e irremovibile difesa delle istituzioni democratiche e della nostra libera azione sindacale. Contro chi prova a dividere il paese e a istigare azioni eversive la Cgil, i suoi uomini e le sue donne, sono da oltre un secolo presidio a garanzia di libertà e democrazia. E questo continueremo a essere».

Anche la Cgil di Ruvo di Puglia ha aderito all'invito e la sua sede in corso Carafa è aperta nonché presidiata dai suoi vertici.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 10 ottobre 2021 alle 10:39 :

    Oggi si raccolgono i cocci ma poi la CGIL faccia un esame di coscienza e si chieda se sul Covid ha agito nell'interesse dei lavoratori o meno. Dal 15 ottobre, a causa delle norme sul Green Pass, 5 milioni di lavoratori rischiano di restare a casa. Il sindacato ha ancora la piazza o solo i Caf per pensionati? Rispondi a Franco

    Calimero nero ha scritto il 10 ottobre 2021 alle 15:22 :

    Ma che discorsi sono? Se i contagi salgono e si causano nuove chiusure voglio vedere se a casa ci restano 5 milioni di lavoratori o molti di più. E se molte aziende chiudono per via dei mancati introiti data una nuova ondata quanti disoccupati ci sono in più. Poi bisogna dire che la CGIL non ha neanche detto chiaramente da che parte sta. Questo attacco è puramente fascista e chi cerca giustificazioni è solo complice. Rispondi a Calimero nero

  • Tex willer ha scritto il 10 ottobre 2021 alle 10:07 :

    Andatevi a sentire su RAI 1 alle ore 0,9.00 di domenica mattina e riflettete bene. Quello che a detto lex segretario Sergio Gofferato Rispondi a Tex willer