Un tempo era ex convento dei Benedettini e chiesa di San Matteo

Ostello in piazzetta Le Monache: affidati i lavori

Dopo aver completato la progettazione e le procedure per l’affidamento dell’appalto possono finalmente iniziare i lavori

Cronaca
Ruvo di Puglia martedì 12 ottobre 2021
di La Redazione
L’ex Monastero dei Benedettini
L’ex Monastero dei Benedettini © Comune di Ruvo di Puglia

Sono stati affidati i lavori per la trasformazione dell’immobile comunale tra via Ostieri e piazzetta Le Monache (ex Ragioneria comunale) in Ostello Comunale.

Passa così alla fase esecutiva un progetto finanziato per un importo complessivo di oltre un milione di euro nell'ambito del programma RoutNet Interreg Grecia Italia 2014/2020, il cui disciplinare Comune e Regione hanno sottoscritto nel dicembre 2019.

Dopo aver completato la progettazione e le procedure per l’affidamento dell’appalto possono finalmente iniziare i lavori.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pino Rana ha scritto il 13 ottobre 2021 alle 07:33 :

    Condivido in pieno quanto precedentemente dichiarato ! Rispondi a Pino Rana

  • Uomo nero ha scritto il 13 ottobre 2021 alle 06:30 :

    Caro Pino Minafra in questi momenti di votazioni amministrative al Sig Sindaco Chieco serve dimostrare i propri meriti mentre al contrario non bisogna mai parlare di demeriti altrimenti si viene bollati come incompetenti.Come al solito cosa ne facciamo di un ostello se poi mancano tutti i servizi turistici appropriati ? Un altro mostro come il parco Belvedere spreco di soldi pubblici e pertanto nuove tasse per i poveri cittadini.Le bande non servono all'amministrazione Chieco perché non capisce la sua importanza.Un consiglio caro Pino si prepari a suonare una una marcia funebre già da domenica prossima per festeggiare questa gente mandata a casa.Saluti. Rispondi a Uomo nero

  • Pino Minafra ha scritto il 12 ottobre 2021 alle 18:30 :

    Peccato aver perso la possibilità di un Interreg (fondo europeo interregionale) di un milione di euro tra Puglia e Grecia riguardo alla tradizione bandistica e le loro tradizioni musicali.. pensate a quanto si sarebbe potuto realizzare con queste preziose risorse a Ruvo riguardo alla "nostra" grande tradizione della banda... sedi, scuole, investimenti nei giovani musicisti di Ruvo.. Come mai? la Banda non era nei piani e nella visione della uscente amministrazione ? forse ritenuta di serie b e non degna di attenzione? Intanto il bando è andato ad Acquaviva, Trepuzzi e Lecce che pur avendo una tradizione alle spalle il loro curriculum non è per nulla paragonabile al prestigio Internazionale del progetto "LA BANDA" che opera in tutta Europa da 30 anni... in questa storia per pregiudizi Rispondi a Pino Minafra