Andamento dei contagi e della campagna vaccinale antiCovid nella Città metropolitana di Bari

Report Asl, il 64% dei ruvesi vaccinabili ha ricevuto la terza dose

​Dal 3 al 9 gennaio, in città si registrano 132 casi positivi, con tasso di incidenza pari a 529.7 per 100mila abitanti: in calo - come nell'Area Metropolitana di Bari - rispetto alla settimana prima

Cronaca
Ruvo di Puglia venerdì 14 gennaio 2022
di La Redazione
Hub di Ruvo di Puglia allestito per la vaccinazione pediatrica
Hub di Ruvo di Puglia allestito per la vaccinazione pediatrica © Ruvo Soccorso

Nella settimana dal 3 al 9 gennaio, nell'Area metropolitana di Bari, il tasso d’incidenza settimanale passa da 919,6 per 100mila abitanti a 847,7, un dato inferiore del 7,8% rispetto a sette giorni fa. Nel periodo di riferimento, a Ruvo di Puglia si registrano 132 casi positivi (tasso di incidenza pari a 529.7 per 100mila abitanti), in tendenza con il dato metropolitano.

Sul versante della campagna vaccinale, la Asl Bari ha erogato oltre 95mila vaccini solo nell’ultima settimana, raggiungendo un totale di 2 milioni e 659.041 dosi somministrate. In rapida crescita le dosi “booster”, pari a 565.587. A Ruvo di Puglia, il totale dei vaccini somministrati è 49.775; le prime dosi sono 20.668; le seconde dosi 18.646; le terze dosi 10.461.

L’azienda sanitaria in questa fase cruciale sta garantendo il rafforzamento della “macchina” organizzativa sia con il potenziamento degli hub di popolazione, saliti a 22, sia attraverso l’apporto consistente dei medici di medicina generale che, sino a oggi, hanno erogato a propri assistiti circa 415mila vaccini, comprese oltre 140mila terze dosi. In sintesi, dal 27 dicembre 2020, 1 milione e 55.674 residenti di Bari e provincia ha ricevuto la prima dose anti-Covid; 1 milione e 25.547 ha effettuato anche la seconda dose e già più di 555mila hanno fatto anche il richiamo.

Confortante anche il confronto tra le percentuali registrate nell’Area metropolitana di Bari e quelle nazionali: il 93% della popolazione over 12 ha ricevuto almeno una dose (dato Italia 89,7%), il 92% ha completato il ciclo vaccinale (rispetto all’86,6) e il 67% ha eseguito anche la dose “booster” (contro il 64,3% nazionale), con un picco dell’80% tra gli over 50. Particolarmente alta, infine, l’adesione della fascia dei giovanissimi, con oltre 32mila somministrazioni tra i 5 e 11 anni: il 38% (40% nella sola città di Bari) ha ricevuto la prima dose rispetto al 20,1 della media nazionale. A Ruvo di Puglia, al 13 gennaio, su una platea vaccinabile pari a 22.369 persone, il 90% ha ricevuto la prima dose, l'88% ha completato il ciclo primario; il 64% ha ricevuto il booster.

Lascia il tuo commento
commenti