Iscrizioni 2019/2020

Oggi Open day al II circolo

​L’aspetto più interessante dell’offerta formativa riguarda l’attivazione dei laboratori esistenti - informatica, scienze e tecnologia, lingua inglese e musica - e di un approccio didattico motivante​

Cronaca
Ruvo di Puglia giovedì 10 gennaio 2019
di La Redazione
Open day al II circolo
Open day al II circolo © II circolo didattico "San Giovanni Bosco"

Sono partite il 7 gennaio scorso le iscrizioni per il prossimo anno scolastico che, nel secondo circolo “San Giovanni Bosco”, sarà all’insegna dell’innovazione.

In primo luogo, i genitori degli alunni delle future classi prime potranno scegliere fra diverse opzioni per il tempo-scuola: settimana corta con 27 ore (antimeridiane dal lunedì al venerdì) oppure 40 ore (tempo pieno dal lunedì al venerdì con mensa) oppure settimana normale con 30 ore (antimeridiane dal lunedì al sabato), con tre ore dedicate all’esercitazione in classe di Italiano, Matematica e Inglese.

Per la scuola dell’infanzia si prevedono due possibilità:tempo normale con 40 ore settimanali (dal lunedì al venerdì con mensa) oppure tempo ridotto con25 ore (dal lunedì al venerdì senza mensa).

L’aspetto però più interessante dell’offerta formativa riguarda l’attivazione dei diversi laboratori esistenti e ampiamente dotati (informatica, scienze e tecnologia, lingua inglese e musica) e di un approccio didattico motivante, che facilita l’apprendimento per tutti, sia per chi è portato per la riflessione teorica , sia per chi lo è per la pratica.

In quest’anno scolastico, nelle classi terze, quarte e quinte si stanno sperimentando già le attività del Rally matematico transalpino (Rmt), un approccio didattico coinvolgente interattivo che consente di “fare matematica” risolvendo problemi reali.

Molti insegnanti di scuola primaria e dell'infanzia partecipano già alla "School of inquiry" organizzata dall'Anisn (Associazione nazionale degli insegnanti di scienze naturali) presso l’Università degli studi di Bari. Il programma utilizza un approccio all’apprendimento delle Scienze che si fonda sull’Ibse (Inquiry based science education), ovvero l’Educazione scientifica basata sull’investigazione.

Per il triennio 2019-2022, la scuola intende sviluppare tematiche innovative in coesione con altri Paesi europei attraverso i progettiErasmus plus,la piattaforma di condivisione E-twinning e la piattaforma Scientix,che promuove e supporta la collaborazione a livello europeo tra insegnanti delle discipline Stem (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica).

Si prevede lo sviluppo ulteriore delle nuove tecnologie grazie anche alla stampante 3D presente nel laboratorio scientifico, l’uso della robotica educativa e di programmi adatti ai bambini per il disegno in 3D quale Tinkercad.

Attualmente è in corso di svolgimento il progetto Erasmus plus Art, creativity, coding full steam Ahead!, finanziato dall’Ue, che si svolge contemporaneamente in altre cinque scuole: Polonia, Turchia, Grecia, Portogallo e Lettonia. Gli alunni potranno fare l’esperienza del Tinkering, cioè avvicinarsi allo studio delle materie Stem in modo pratico e con un approccio ludico; e dell’I-theatre, uno strumento digitale d’avanguardia di cui si dispone, con cui potranno sviluppare lo storytelling per creare storie animate.

Alcune di queste attività sono state proposte ultimamente nel corso del progetto sperimentale “Continuità”, nel quale le insegnanti di scuola primaria hanno esperito con i piccoli delle scuole dell’infanzia nuovi approcci educativi grazie ALl’utilizzo di metodologie didattiche innovative.

Le novità comunque saranno ampiamente illustrate durante l’open day che si terrà oggi, 10 gennaio, dalle 10 alle 12 nelle scuole dell’infanzia “Disney”,Rubini” e “Andersen” e dalle 17.30 alle 19 nelle primarie “San Giovanni Bosco” e“B. Di Terlizzi”.

La cittadinanza è invitata.

Lascia il tuo commento
commenti