A una settimana dalla chiusura

Ripristinata la giostra di piazza Matteotti

​A rimetterla in sesto sono stati gli stessi ragazzini che l’avevano vandalizzata, insieme ai loro genitori, al sindaco Pasquale Chieco e all’ideatore delle Luci d’artista Vittorio Palumbo

Cronaca
Ruvo di Puglia lunedì 21 gennaio 2019
di La Redazione
Il Sindaco mentre sistema la giostra di piazza Matteotti
Il Sindaco mentre sistema la giostra di piazza Matteotti © Facebook

A una settimana esatta dalla decisione dell’amministrazione comunale di interdire l’uso della giostra di piazza Matteotti, ripetutamente danneggiata, l’installazione è stata ripristinata.

A rimetterla in sesto sono stati gli stessi ragazzi che l’avevano vandalizzata, insieme ai loro genitori, al sindaco Pasquale Chieco e all’ideatore delle Luci d’artista Vittorio Palumbo.

L’idea dell’iniziativa è giunta dopo un incontro chiarificatore. A raccontarlo è lo stesso Primo cittadino in un post sulla sua pagina Facebook.

«Alla fine è andata così - scrive -: mani che si mischiavano, che lavoravano insieme per riparare, per aggiustare, per costruire. Stamattina (ieri, ndr) mettiamo queste immagini in primo piano: quelle di una città che sa ripartire dalle proprie ferite e sa trovare il modo di curarsi.

Con gli adolescenti (in qualche caso proprio bambini) che hanno danneggiato le luci di piazza Matteotti e con i loro genitori, nei giorni scorsi ci eravamo incontrati, ci eravamo guardati negli occhi parlandoci schiettamente.

Stamattina tutti insieme abbiamo riacceso le luci spente, abbiamo rimontato le lampadine, siamo tornati sui cavallucci: adulti e bambini.

Vittorio Palumbo – che devo ringraziare ancora una volta per lo slancio creativo e generoso nei nostri confronti - ha guidato un bel gruppo di giovanissime mani.

Questa esperienza ci dice che bisogna rafforzare la rete tra le diverse agenzie educative e sicuramente ci lavoreremo, ma ci ricorda soprattutto che la prima e più importante scuola resta la città, il primo e più importante modello educante siamo tutti noi adulti.

Ricordiamoci sempre che i bambini ci guardano. E ci imitano», conclude.

Poi assicura che «Luci e soni d'artista - Ruvo di Puglia rimarrà acceso come previsto fino a San Biagio per festeggiare il nostro santo patrono, poi inizieremo una nuova avventura».

Lascia il tuo commento
commenti