La storia a lieto fine

Ritrovata dopo un mese a Ruvo la gatta Cloe; nel frattempo ha partorito dei cuccioli

​Si era smarrita durante una sessione di sterilizzazione in ospedale​. ​Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini è stata recuperata dai volontari Enpa, che sono riusciti a contattare la sua padrona​

Cronaca
Ruvo di Puglia mercoledì 24 aprile 2019
di La Redazione
Smarrita e ritrovata dopo un mese (a Ruvo) la gatta Cloe: nel frattempo ha partorito dei gattini
Smarrita e ritrovata dopo un mese (a Ruvo) la gatta Cloe: nel frattempo ha partorito dei gattini © Enpa ruvo

Storia a lieto fine per Cloe, una gattina ritrovata a Ruvo di Puglia dopo un mese dalla padrona terlizzese.

Negli scorsi giorni il felino – in stato interessante – era stato segnalato da alcuni cittadini ruvesi in via Bruno Buozzi, dove si era introdotto in un pianterreno, probabilmente alla ricerca di un posto caldo e sicuro dove partorire. L’anziana proprietaria dell’abitazione e la sua collaboratrice domestica hanno provato in tutti i modi a mettere alla porta la gatta, ma la nipote della donna - constatato che l'animale aveva nel frattempo dato alla luce alcuni splendidi gattini ed era giustamente restia a essere scacciata - ha allertato i volontari dell’Enpa Ruvo, che dopo un sopralluogo hanno ipotizzato che l'animale fosse l’esemplare smarritosi durante una sessione di sterilizzazione Asl in ospedale.

«La micia non era socievole e spostarla diventava un problema – scrive in un post su Facebook l’Enpa –. Abbiamo attivato le ricerche e dopo ventiquattro ore è stata ritrovata la sua mamma umana. Appena la sua mamma di Terlizzi l’ha chiamata, "Cloe, Cloe…", la micia le è corsa incontro!».

Adesso la gatta è tornata a casa a Terlizzi, dove vive in una villetta nei pressi della stazione Bari Nord. «Questa storia ha avuto un lieto fine, ma vi ricordiamo e vi chiediamo di chiudere bene i trasportini quando portate le gatte randagie in Asl per le sterilizzazioni», aggiunge l’Enpa, che consiglia di utilizzare all’uopo gabbiette metalliche, specie quanto – come in questo caso conclusosi in modo positivo – «possono essere in stato di gravidanza e poi andare a partorire in posti pericolosi. Tutto è bene quel che finisce bene, ma Cloe poteva diventare una randagia e anche i suoi piccoli».

Lascia il tuo commento
commenti