Da ieri

Parcheggio a pagamento, attivo il servizio Whoosh

L'app, che utilizza la localizzazione GPS per individuare automaticamente dove si trova l’auto​, consente di pagare in remoto le sessioni di sosta tramite cellulare, tablet o computer

Cronaca
Ruvo di Puglia martedì 05 novembre 2019
di La Redazione
Strisce blu
Strisce blu © n.c.

Da ieri, lunedì 4 novembre, è operativa a Ruvo di Puglia l'app "Whoosh", che consente di pagare in remoto le sessioni di parcheggio tramite cellulare, tablet o PC.

Si può utilizzare scaricando l’app da AppStore o PlayStore o visitando il sito my.whooshstore.it.

Whoosh utilizza la localizzazione GPS per individuare automaticamente dove è parcheggiata l’auto. Non occorre inserire un codice località, a meno che sia spento il servizio di localizzazione sul telefono. Si tratta di una procedura intuitiva con l’utilizzo di un “volante virtuale” sullo schermo touch per parcheggiare in un lampo.

Inoltre, è possibile pagare tramite l’applicazione o sul sito all’indirizzo my.whooshstore.it attivando un account. Il sito è particolarmente utile per gli utenti di Whoosh che hanno la necessità di pagare dalla propria scrivania. Tutti i pagamenti Whoosh vengono trasmessi elettronicamente al personale di controllo del parcheggio e possono essere visualizzati nello storico personale.

Quando la sosta sta per scadere, il servizio può inviare un avviso direttamente sul telefono, con la possibilità di estendere la durata in remoto semplicemente cliccando l’apposito tasto e scegliendo il tempo desiderato.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti