Fino al 14 novembre la spedizione attraversa a piedi la Puglia

"Va' Sentiero- sulle tracce del trekking più lungo del mondo" fa tappa a Ruvo di Puglia

Questo pomeriggio, in diretta streaming, sulla pagina Facebook "Evoluzioni", a partire dalle 17. In Puglia, il Sentiero Italia coincide in gran parte con la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese

Cronaca
Ruvo di Puglia venerdì 23 ottobre 2020
di La Redazione
Il team
Il team "Va' Sentiero" © n.c.

La spedizione di "Va’ Sentiero - sulle tracce del trekking più lungo del mondo" conquista la Puglia: dall’8 ottobre scorso le alte vie della regione sono attraversate a piedi dai sei ragazzi del team di Va’ Sentiero, per un totale di 489 chilometri in 37 giorni di cammino, con l’obiettivo di valorizzare le bellezze che questo tratto del Sentiero Italia riserva, dal Gargano a Castel del Monte, dalla Murgia al Salento, dai trulli ai castelli federiciani.

Va' Sentiero è il progetto di un gruppo di giovani che vogliono rilanciare l'attenzione sul Sentiero Italia, segnato dal Cai, richiamando l'attenzione sul turismo lento e sostenibile, concludendo il loro percorso a Santa Maria di Leuca il 14 novembre prossimo.

Oggi, Va’ Sentiero fa tappa a Ruvo di Puglia dove si svolgerà un evento online, nel rispetto delle nuove disposizioni anti-Covid.

Nella sala del coworking La Capagrossa, dalle 17, sarà trasmesso sui social l’incontro “Va’ Sentiero sulla Via Verde di Puglia/La Puglia incontra i sei ragazzi di Va’ Sentiero, 15 mesi di cammino alla scoperta del Sentiero Italia”, un momento di confronto fra tre dei viandanti protagonisti di questa esperienza e la Puglia. Al dibattito partecipano collegati in videoconferenza: Francesco Tarantini, presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia; Angelofabio Attolico, Dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia; Cosimo Chiffi, portavoce del Coordinamento dal Basso per la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese; Gennaro Minerva, presidente del Cai sezione di Bari "Dino Punzi"; Pierluca Salvia, referente Commissione Sentieri e Cartografia Cai Puglia. Previsti i saluti del sindaco Pasquale Chieco; dell’assessora alla Cultura e al Turismo Monica Filograno e del consigliere delegato alla promozione delle Politiche ambientali, Antonio Mazzone. Modera il giornalista Roberto Guido.

In Puglia il Sentiero Italia coincide per la gran parte con quella che sarà la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, lungo la storica pista di servizio che attraversa tutta la Puglia da Spinazzola fino a Villa Castelli. Al centro del confronto ci saranno anche altre esperienze pugliesi: dal Sentiero Italia alla Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, dalla Via Francigena del Sud al Cammino Materano, come antiche strade e nuovi cammini possono favorire un turismo lento e sostenibile, stimolare l’economia del Sud e la consapevolezza ambientale delle aree interne.

Nel corso dell’evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Ruvo di Puglia e il Coordinamento dal Basso per la Ciclovia dell'Acquedotto Pugliese, sarà anche trasmesso il video sull’esperienza di Va’ Sentiero.

L'incontro virtuale sarà trasmesso anche sulla pagina Facebook "Evoluzioni".

Il progetto

La spedizione di Va’ Sentiero sta attraversando a piedi la Puglia in 22 tappe, per un totale di 489 chilometri in 37 giorni di cammino. La Puglia è la quindicesima regione italiana che accoglie l’ingresso dei 6 ragazzi: il team dell’associazione di Va’ Sentiero infatti è impegnato dal 2019 in una sfida senza precedenti, ossia attraversare a piedi l’intero Sentiero Italia, il filo rosso che con i suoi 7.000 km collega le alte vie del Bel Paese aggiudicandosi il titolo di trekking più lungo del mondo.

Dopo aver percorso a piedi tutto l’arco delle Alpi e l’Appennino centro-settentrionale (3.500 km per 7 mesi di cammino) e dopo una pausa invernale inaspettatamente prolungata dall’emergenza sanitaria, lo scorso 30 agosto Va’ Sentiero è finalmente ripartito da Visso (MC) alla volta del Centro Sud della penisola per documentare e dare voce alle sue bellezze paesaggistiche, culturali e sociali. Dopo i 92 km di tratto marchigiano (Norcia, Castelluccio di Norcia, Colle d'Arquata e San Martino) i 213 km di tratto abruzzese (dal Gran Sasso ai sentieri dei briganti, dalle praterie di Campo Imperatore alla Majella), i 41 km del Lazio (Rifugio Duca d’Aosta e Picinisco) e i 153 km molisani (dalla Cima del Matese al santuario di Castelpetroso, dalle sorgenti del Volturno ai cerri di Bosco Mazzocca), dall’8 ottobre la protagonista del cammino è la Puglia.

Partendo dalla tappa molisana del Bosco Mazzocca, le tappe pugliesi di Va’ Sentiero lungo il Sentiero Italia finora sono state San Marco La Catola, Alberona, Faeto, Orsara di Puglia, Accadia, Sant’Agata di Puglia, Candela, Spinazzola, Castel del Monte. Il cammino prosegue da Ruvo di Puglia con le tappe di Quasano, Cassano delle Murge, Gioia del Colle, Noci, Alberobello, Cisternino, Ostuni, Torre Guaceto, Brindisi, Torchiarolo, Lecce, Martano, Otranto, Vignacastrisi, Tricase e Santa Maria di Leuca.

Un percorso che, passando anche per le lucane Melfi e Venosa, attraversa l’intero Altopiano delle Murge fino all’arrivo alla tappa finale del 2020: Santa Maria di Leuca, previsto per il 14 novembre.

Dopo la pausa invernale, Va’ Sentiero terminerà la sua traversata con la terza e ultima tranche, percorrendo Costiera Amalfitana, Pollino, Sila, Aspromonte, Etna, Madonie, Riserva dello Zingaro, Gennargentu e Gallura.

Lascia il tuo commento
commenti