Venerdì scorso

RuvoLab dona un defibrillatore semiautomatico all'acds Antares 1988

​Nell’ambito del Progetto “Dritti al cuore senza fermate – Ruvo città cardioprotetta”, in collaborazione con la Orizzonti Futuri onlus, presieduta da Antonio La Ghezza​

Cronaca
Ruvo di Puglia domenica 22 novembre 2020
di La Redazione
RuvoLab dona un defibrillatore semiautomatico all'acds Antares 1988
RuvoLab dona un defibrillatore semiautomatico all'acds Antares 1988 © Antares Ruvo di Puglia

Prosegue sul territorio l’opera volta alla prevenzione, avviata ufficialmente a novembre 2017 dall’associazione RuvoLab, presieduta da Maria Tiziana Rutigliani e suggellato, a maggio 2019, dalla sottoscrizione del Protocollo d’intesa tra Amministrazione Comunale e la associazione stessa per la costituzione di Ruvo di Puglia Città Cardioprotetta.

Nell’ambito del Progetto “Dritti al cuore senza fermate – Ruvo città cardioprotetta” e alla sinergia tra associazioni, RuvoLab in collaborazione con la Orizzonti Futuri onlus, presieduta da Antonio La Ghezza, ha donato un defibrillatore semiautomatico all'acds Antares 1988.

La cerimonia di donazione si è svolta nel pomeriggio di venerdì 20 novembre sul sagrato della Cattedrale alla presenza della presidentessa di RuvoLab, Maria Tiziana Rutigliani; del presidente della Orizzonti Futuri onlus, Antonio La Ghezza; di Anna Siciliani, presidentessa dell’acds Antares; di Gianluca Di Bari, dirigente dell'Antares.

«Grazie alla disponibilità di RuvoLab e della Orizzonti Futuri onlus e alla sensibilità dei rispettivi Presidenti - scrivono dalla società - da oggi l’Antares Ruvo può disporre di un importantissimo strumento di prevenzione che sarà a disposizione di tutti i tesserati del sodalizio sportivo, dai più piccoli del settore minibasket, passando per i ragazzi del Settore Giovanile, fino ad arrivare a tutti i componenti dello staff tecnico nella speranza, ovviamente, che non si debba mai essere costretti a ricorrere all’utilizzo di tale strumento».

Con la donazione del defibrillatore alla acds Antares 1988, RuvoLab aggiunge un altro tassello alla sua opera di prevenzione sul territorio: grazie anche al supporto di privati, sono stati donati e collocati defibrillatori semiautomatici nei punti più sensibili dell’abitato e dell'agro ruvese, quali piazza Dante, Calentano, Zona Industriale, stazione Bari Nord, le scuole Cantatore e Barile, piazza Menotti Garibaldi e presso alcune associazioni sportive locali.

Lascia il tuo commento
commenti