L'aggiornamento

Coronavirus, salgono a 181 i contagi a Ruvo di Puglia. Un focolaio nella Rsa "Spada"

​La prossima settimana riapriranno l'asilo nido comunale e la scuola d'infanzia "D. Cantatore". Il Sindaco suggerisce, per quanto possibile, la didattica a distanza e invita a non abbassare la guardia

Cronaca
Ruvo di Puglia venerdì 27 novembre 2020
di La Redazione
Il sindaco Pasquale Chieco
Il sindaco Pasquale Chieco © Comune di Ruvo di Puglia

A Ruvo di Puglia, il numero ufficiale dei contagi è 181.

Lo comunica il sindaco Pasquale Chieco sulla pagina istituzionale Facebook, sulla base dei dati della Prefettura.

Le persone in quarantena sono 11 ma si tratterebbe di un numero arrotondato per difetto perché il Primo Cittadino ha contezza di un numero più elevato.

Nella residenza socio-assistenziale "M.M.Spada", a Ruvo di Puglia, è accertata la presenza di 21 casi positivi tra gli ospiti della struttura (il dato non è compreso nel numero degli attuali contagi a Ruvo di Puglia). La Direzione, infatti, avendo fatto svolgere controlli preventivi sul personale, ha accertato la presenza di cinque operatori positivi.

Tutti i 21 ospiti della "M.M. Spada" sono asintomatici e sono costantemente monitorati.

Il Primo Cittadino ha sollecitato il rafforzamento dell'assistenza medica e la messa in campo di una cintura protettiva. Inoltre, sarà costantemente aggiornato sull'evolversi della situazione. Il Sindaco, poi, dichiara vicinanza e sostegno alle persone contagiate e ai familiari.

Da martedì prossimo riapre l'asilo nido comunale, e sempre nella prossima settimana - ma si attendono notizie dal Dipartimento Asl per conoscere la data precisa - riaprirà totalmente la scuola d'infanzia "D. Cantatore".

Il Sindaco, poi, su sollecitazione di alcune mamme che lamentano la non effettuazione dei tamponi sui bambini, ha dichiarato che, così come indicato dal Dipartimento di prevenzione nei Protocolli, i bambini asintomatici, che dopo 14 giorni di isolamento non abbiano manifestato alcun sintomo, possono riprendere l'attività scolastica, dietro presentazione di un certificato del medico pediatra.

Chieco, tuttavia, suggerisce, per quanto possibile, la didattica a distanza e invita a non abbassare la guardia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Ficco Filomena ha scritto il 27 novembre 2020 alle 16:17 :

    Devi imporre regole più severeeeee....qui c'è gente che va in giro solo per prendere aria....devi ridurre gli orari dei negozi...che serve stare fino alle 21? Una persona se deve comprare compra prima.... Ci sono troppe chiacchiere e poki fatti.... Rispondi a Ficco Filomena