Proiezione e dibattito

A Ruvo l'anteprima di Project M

La terza webserie del pluripremiato regista Michele Pinto accende i riflettori sulla tenacia dell’animo umano di fronte al male

Cultura
Ruvo di Puglia venerdì 10 febbraio 2017
di La Redazione
Project M
Project M © n.c.

Project M è la terza webserie targata Morpheus Ego e girata in Puglia dagli stessi autori delle due precedenti (Chiamami e Bishonnen). E’ ispirata ad un racconto scritto anni fa dall’attore teatrale Francesco Tammacco, che da sempre orienta la propria ricerca verso i legami esistenti tra la filosofia e l’antropologia.

Recentemente, la sceneggiatura è stata adattata per la fruizione in rete dal ruvese Michele Pinto, regista che ha all’attivo una quindicina di premi internazionali (fra cui Rome web awards, Ariano international film festival, Campi Flegrei webFest e World web awards) meritati proprio con le sue produzioni per internet.

Quest'ultimo lavoro consegnerà agli spettatori una visione distopica della civiltà odierna, dilaniata da interminabili conflitti internazionali che provocano sempre più povertà e ingiustizie sociali dilaganti. La nuova produzione filmica può vantare nel cast la partecipazione straordinaria della modella e produttrice cinese Xin Wang che con la sua serie “Exmodel” sta spopolando in Francia sul canale nazionale Tfr1, dell’attrice cinematografica Isabella Ragno (L’uomo nero, Latin lover, Il leone nel basilico) e del frontman Fabrizio Fallacara, reduce dai recenti successi ottenuti in tutta Italia sul palco dei concerti di Caparezza. Alla produzione dell’opera partecipano l'associazione di promozione sociale Migrantes liberi, la casa di accoglienza “Santa Maria Goretti” della diocesi di Andria e il gruppo di volontariato Salah, con cui Pinto aveva già realizzato l’anno scorso il cortometraggio Tama kelen sui migranti richiedenti asilo.

Project M intende accendere i riflettori sulla tenacia dell’animo umano di fronte al male, partendo proprio dall’analizzare il ruolo dell’artista all’interno della società. Il mondo ipotetico descritto nel film non è poi così lontano dalle immagini a cui il nostro tempo ci ha abituati, quando assistiamo increduli e impotenti alla negazione dei più fondamentali diritti dell’uomo anche in quei Paesi che si proclamano democratici.

Il lavoro filmico sarà presentato al pubblico in anteprima nella versione integrale domani 11 febbraio alle 19.30 nella sala conferenze della pinacoteca “Domenico Cantatore” di Ruvo di Puglia, per poi iniziare a partecipare nel corso dell’anno a tutte le più importanti kermesse internazionali del settore. Alla proiezione, a cui seguirà un dibattito, saranno presenti il sindaco Pasquale Chieco e l'assessore alla Cultura Monica Filograno.

Lascia il tuo commento
commenti