Domani, giovedì 27 dicembre alle 19.30

In Cattedrale di scena l'Arundo Donax Quartet

​L'evento speciale degli "Amici della musica"​ in occasione delle festività natalizie​. Ad esibirsi i giovanissimi talenti del clarinetto Tommaso Ivone, Antonio Magno, Matteo Erba e Fabrizio Lillo​

Cultura
Ruvo di Puglia mercoledì 26 dicembre 2018
di La Redazione
Arundo Donax Quartet
Arundo Donax Quartet © R. Lillo

Con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Ruvo di Puglia e in collaborazione con la parrocchia Cattedrale, l'associazione "Amici della musica" invita la cittadinanza al suo evento speciale in occasione delle festività natalizie. Domani, giovedì 27 dicembre alle 19.30, nella splendida Cattedrale di Ruvo di Puglia, l'Arundo Donax Quartet, quartetto di clarinetti formato da Tommaso Ivone, Antonio Magno, Matteo Erba e Fabrizio Lillo, allieterà il pubblico con le più belle melodie di Mozart, Bizet, Strauss e tanti altri ancora, spaziando tra brani tipici della tradizione natalizia e passando per il famoso, e più moderno, ragtime americano.

Sarà un evento interessante e frizzante, proprio come i giovani musicisti che ne saranno protagonisti. E non mancheranno le sorprese "sotto l'albero", così come le circostanze impongono.

Arundo Donax Quartet

Tommaso Ivone. Nato nel 2000, inizia gli studi musicali all'età di 10 anni nell'istituto comprensivo a indirizzo musicale "Tauro-Viterbo". Si è iscritto al conservatorio Nino Rota studiando clarinetto con il maestro Clemente. Ha eseguito diversi concerti con varie orchestre sinfoniche e formazioni cameristiche. Ha partecipato nel 2014 e nel 2017 all'International clarinet competition "Saverio Mercadante" di Noci nella categoria Junior soloist. Ha partecipato a Masterclass di clarinetto e musica da camera con i maestri Heinen, Beltramini, Orlando, Naglieri e Brill. Nel 2018 ha partecipato al corso di formazione orchestrale tenuto dai maestri Kabaretti e Satalino.

Attualmente studia con il maestro Carbonare nell'Accademia nazionale di Santa Cecilia.

Antonio Magno. Nato nel 1998, inizia lo studio del clarinetto all’età di 11 anni. Il suo percorso musicale inizia nella banda musicale “G. Puccini” di Carovigno. Si iscrive al conservatorio Nino Rota di Monopoli e prosegue sotto la guida prima del maestro Mastromarino, attualmente del maestro Liuzzi. Ha al suo attivo numerosi concerti con varie formazioni musicali. Ha partecipato come ospite nelle serate conclusive dell’anno accademico dell’accademia musicale “De Armonika” di Carovigno, a numerose rassegne e masterclass di clarinetto e musica da camera con i Maestri Heinei, Orlando, Naglieri, Punzi, Casani e Giumento. Dal 2015 studia anche col maestro Novelli. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali e internazionali.

Matteo Erba. Nato nel 1990, inizia lo studio del clarinetto nel conservatorio Nino Rota di Monopoli, sotto la guida del maestro Clemente. Prosegue i suoi studi con i Brandhofer, Doru, Volta, Montanaro, Messina, Guyot, Leister, Heinen, Naglieri, Montanaro, Orlando, Giumento, Parisi, Mirabassi, Punzi e Palermo. Collabora con diverse formazioni e vince numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Partecipa a seminari sulla riscoperta di compositori quali Casella, Gervasio, Castelnuovo-Tedesco, Fiume, Trovajoli e J. Cage, a un seminario sulla fisarmonica e a un corso sul ragtime. È stato selezionato per la rassegna "Conservatori in concerto", ha ottenuto una segnalazione di merito per la borsa di studio "Surgelsud". È stato scelto per la rassegna "Giovani concertisti", esibendosi con la pianista Beatrice Rana.

Fabrizio Lillo. Nato nel 1997, inizia a studiare clarinetto all’età di 8 anni. Il suo percorso musicale inizia nella banda “Giubileo” di Monopoli. Si è iscritto al conservatorio Nino Rota studiando clarinetto sotto la guida del maestro Clemente. Consegue il diploma con votazione 10/10. Ha al suo attivo numerosi concerti con ensemble e orchestre, ha suonato anche come solista. Partecipa a numerosi concorsi e masterclass di clarinetto e musica da camera con i maestri Heinen, Orlando, Iosco, Paci, Milani, Naglieri, Montanaro, Beltramini e Mirabassi. È stato selezionato come primo idoneo all'Orchestra nazionale dei conservatori, con la quale ha eseguito il “Concerto di Natale 2017” nel ruolo di primo clarinetto in diretta Rai1 a palazzo Madama.

Lascia il tuo commento
commenti