Il riconoscimento

"Salva la tua lingua locale", il primo premio consegnato ai piccoli studenti della Bovio

​La cerimonia a Roma. A ritirare la targa,​ gli alunni delle classi 5a B e 5a A​, le insegnanti Rachele Mastrorilli e Antonella Lobascio​, il maestro Pietro Stragapede​ e il dirigente Giuseppe Quatela​

Cultura
Ruvo di Puglia sabato 23 febbraio 2019
di Ketty Scardigno
Il primo premio di
Il primo premio di "Salva la tua lingua locale" alla scuola Bovio © RuvoLive.it

Si è svolta a Roma, nella prestigiosa sala della Protomoteca, la cerimonia di premiazione della categoria Scuola del sesto concorso nazionale “Salva la tua lingua locale” promosso dall’Unpli (Unione nazionale Pro Loco d’Italia) in collaborazione con il Miur.

All'evento ha partecipato l’assessore alla Scuola del Comune di Roma Laura Baldassarre, che ha fatto gli onori di casa ricordando che nella Protomoteca si trovano i busti di poeti importanti come Dante e Petrarca. A Ruvo di Puglia, cittadina di grandi tradizioni dialettali della provincia di Bari, è andato il primo premio della sezione Poesia. Vincitori sono stati gli alunni delle classi 5a B e 5a A del I circolo didattico "Giovanni Bovio".

«Questo progetto sulla poesia - commentano le insegnanti Rachele Mastrorilli e Antonella Lobascio - è stato il frutto delle emozioni espresse e vissute da ciascun alunno attraverso le tradizioni e il vivere quotidiano. La semplicità e genuinità, la ricchezza di contenuti e valori attraverso il recupero del nostro dialetto, la lingua del cuore, hanno trionfato».

Alla premiazione hanno preso parte, oltre alle docenti, il maestro Pietro Stragapede, collaboratore del progetto, e il dirigente scolastico Giuseppe Quatela. Tutti gli alunni hanno orgogliosamente ritirato la targa del riconoscimento ed è stato accolto con un’applauso da tutti i presenti in sala il fatto che tutte e due le classi al completo con genitori al seguito abbiano voluto testimoniare con la loro presenza l’importanza della giornata, che ha visto una scuola ruvese aggiudicarsi l’ambito premio.

Lascia il tuo commento
commenti