La soddisfazione del direttore regionale del Dipartimento alla Cultura, Aldo Patruno

A Madrid applausi e standing ovation per la Corale polifonica "Michele Cantatore"

Ieri il concerto nell'Auditorio nacional de musica, che ha rappresentato la prima in terra straniera del Traetta Opera Festival. Il Sindaco: «Ringraziamo i maestri Angelo Anselmi e Giuseppe Barile»

Cultura
Ruvo di Puglia domenica 07 aprile 2019
di La Redazione
Il maestro Vito Clemente con i solisti
Il maestro Vito Clemente con i solisti © MAG COMMUNICATION srl

Applausi e standing ovation al termine del concerto all'Auditorio nacional de musica di Madrid con le composizioni di Traetta e Cantatore e il Requiem di Mozart, che ha rappresentato la prima assoluta, in terra straniera, del Traetta Opera Festival, organizzata in collaborazione con la Corale polifonica "Michele Cantatore" di Ruvo di Puglia.

Gli oltre 300 coristi dei dieci cori provenienti da Italia, Spagna e Giappone, tra cui la stessa corale polifonica, i quattro solisti - il tenore Cataldo Caputo, il soprano Natsumi Kawauchi, il mezzosoprano Helen Lepalaan e il baritono Pablo Caneda - e il direttore Vito Clemente hanno dato vita a un suggestivo momento di condivisione nel nome della musica e hanno estasiato il pubblico di una sala sinfonica gremita. Al punto che, al termine della performance, i presenti hanno tributato agli artisti e al maestro, che è anche direttore artistico del Tof, un lunghissimo applauso alzandosi in piedi, segno del grande gradimento dello spettacolo.

Presente in sala anche Aldo Patruno, direttore del Dipartimento regionale della Cultura che, al termine del concerto, ha così commentato: «Orgoglio è l’unica parola adatta per quanto è accaduto a Madrid, uno dei templi mondiali della musica sinfonica. I miei complimenti al Traetta Opera Festival di Bitonto, che ha concepito l’operazione con la Fundación Orquesta Sinfónica Chamartín di Madrid, alla Corale Polifonica "Michele Cantatore" di Ruvo di Puglia, con gli altri cori provenienti da tutta Europa e persino dal Giappone, e complimenti al nostro tenore Cataldo Caputo e agli altri solisti di fama internazionale. Non in ultimo, un plauso al "gigantesco" maestro Vito Clemente che ha diretto con bacchetta di ferro e infinito talento un esercito di 300 coristi, 50 orchestrali e quattro solisti. Raggiunti in questo modo tutti gli obiettivi che Regione Puglia ha richiesto ai vincitori del bando triennale 2017-2019, tra cui il Traetta Opera Festival».

«Le parole del Direttore regionale dei beni culturali della Puglia ci onorano - la risposta che arriva dal sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio -. Quelle che ci arrivano da Madrid, dalla prima ufficiale del Traetta Opera Festival, sono immagini di una Bitonto che vince, che fa letteralmente sentire la sua voce ben oltre i confini territoriali. Viva Bitonto, viva la musica finanziata anche con i fondi europei».

Parole piene di entusiasmo anche quelle del primo cittadino di Ruvo di Puglia Pasquale Chieco: «Oggi è una giornata speciale per la nostra città: il nostro nome, la nostra storia, la nostra musica per cori sono arrivati a Madrid, dove l'associazione Corale polifonica "Michele Cantatore" ha partecipato a uno straordinario concerto. Un evento di grande portata, uno scambio fra tradizioni corali europee che già si erano incontrate a Ruvo di Puglia nella passata edizione di Ruvo Coro Festival e che si sono date appuntamento su un palco così prestigioso. Siamo orgogliosi della cultura che la nostra città produce e porta nel mondo, ringraziamo i maestri Angelo Anselmi per la direzione artistica e Giuseppe Barile per l'orchestrazione di questo Agnus Dei del maestro Cantatore che ci arriva direttamente da Madrid. Ci complimentiamo con tutte le donne e gli uomini di Ruvo che oggi hanno unito le proprie voci in un unico coro così maestoso».

Anche stasera, il Tof sarà a Madrid con “La festa dell’amicizia”, evento tramite il quale sarà rinsaldato il legame delle due terre, Italia e Spagna, nel nome del compositore bitontino. Il concerto, che si terrà presso l’Auditorium Colegio La Salle, sarà una sorta di prosecuzione dell’evento andato in scena un anno esatto fa: nell’aprile del 2018, è stato inscenato, infatti, al Traetta di Bitonto, e per quell’occasione era stato il Coro di voci bianche Maravillas ospite dell’Italia.

Lascia il tuo commento
commenti