Dal 19 al 21 maggio

Conto alla rovescia per il 1° Festival internazionale dei madonnari

​Saranno 11 gli artisti, provenienti da otto nazioni diverse, che il 20 e 21 maggio coloreranno con i loro gessetti via Madonna delle Grazie, sotto la direzione del maestro napoletano Gennaro Troia

Cultura
Ruvo di Puglia sabato 11 maggio 2019
di Irene Tedone
La presentazione del Festival dei madonnari
La presentazione del Festival dei madonnari © RuvoLive.it

Conto alla rovescia per il primo festival internazionale dei madonnari.

La presentazione dell'imminente progetto, svoltasi sabato 4 maggio nel Santuario della Madonna delle Grazie alla presenza, tra gli altri, di don Gianni Rafanelli (parroco di San Giacomo Apostolo e rettore del santuario), dell'assessora alla Cultura Monica Filograno e della presidente dell'associazione Apuliae Terrae e organizzattrice del festival Laura Pellicani, lascia un inappagato senso di curiosità. Voluto, non c'è dubbio!
Stringata è, in effetti, la dichiarazione conclusiva dell'ideatrice che, impermeabile alle sollecitazioni ad aprirsi a qualsiasi confidenza, risponde con un secco «È da guardare!».

Di ufficiale c'è che, nei giorni legati alla festa campestre della Madonna delle Grazie (20 e 21 maggio prossimi), la strada omonima sarà per la prima volta international. Una reunion di otto bandiere per un totale di 11 madonnari che, sotto la direzione artistica di Gennaro Troia, presidente della Scuola napoletana dei Madonnari, renderà unica la via dedicata alla Vergine. Capo chino e ginocchia in preghiera su una tavolozza speciale di tre metri per tre di asfalto, i madonnari si accontentano di poco: un tema imposto ("Maria, donna dei giorni nostri", citazione di don Tonino Bello a cui la prima edizione del festival è dedicata) e una manciata di gessetti. È tutto quello che serve per dare avvio ad un reality art in cui ciascuno, sotto l'occhio dei passanti e di una giuria ad hoc creata per l'occasione, potrà dimostrare il proprio talento. La risultanza sarà un museo a cielo aperto che solo tempo potrà conservare. Finché dura.

La giuria, presieduta dall'architetto Lidia Sivo, assegnerà un punteggio all'opera di ciascun madonnaro in base alla rispondenza al tema. Tre i vincitori sul podio e tre i premi consegnati. Nessuna coppa, nessun trofeo, solo un pezzo unico, artigianale, realizzato dalle due artiste ruvesi Emanuela Tedone e Maria Cantatore, ancora rigorosamente top secret.

Il festival lascia spazio pure alla creatività dei più piccoli, riservando loro la possibilità di approcciarsi a quest'arte antichissima in uno spazio attiguo alla via riservata agli 11 madonnari.

Insomma, c'è da sporcarsi le mani per colorare i pensieri di tanta positività.

Elenco dei madonnari partecipanti al festival

Susana Masip (Spagna)
Omar Mohamed (Egitto)
James Agizemelu (Nigeria)
Mandy Librizzi (Francia)
Carla di Feo (Italia)
Joseph Troia (Italia)
Ladifa Traore (Burkina Faso)
Carmine Pistone (Italia)
Allie Schlake (Usa)
Erik Schlake (Usa)
Alina Orav (Estonia)

Programma completo

Domenica 19 maggio 2019 ore 10.30
Chiesa San Giacomo Apostolo
Santa Messa celebrata da don Gianni Rafanelli
Presentazione nell’offertorio dei gessetti dei bimbi per il workshop
Alla fine della Santa Messa dono dei gessetti ai bimbi della parrocchia con messaggio di don Tonino

Lunedì 20 maggio 2019 ore 12.00
Sagrato Santuario Madonna delle Grazie
Tradizionale benedizione dei gessetti dei madonnari
Viale Madonna delle Grazie
Posizionamento madonnari e avvio ufficiale del festival.
Ore 17.00 sino alle 20.00 workshop baby madonnari
Ore 21.00 copertura opere e sospensione gara.

Martedì 21 maggio 2019 ore 8.00
Viale Madonna delle Grazie
Ripresa Gara Madonnari
Ore 17.00 valutazione opere
Ore 17.30 premiazione.

Lascia il tuo commento
commenti