Giovedì scorso

A Ruvo di Puglia illustrati benefici e proprietà della cipolla rossa di Acquaviva

​Oltre a essere buonissima, i suoi composti solforati sono capaci di prevenire l’aterosclerosi, inibire l’aggregazione delle piastrine, abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo​

Cultura
Ruvo di Puglia mercoledì 18 settembre 2019
di Vittoria Laura Leone
Illustrati benefici e proprietà della cipolla rossa di Acquaviva
Illustrati benefici e proprietà della cipolla rossa di Acquaviva © RuvoLive.it

Famosa per la sua dolcezza, ricca di cromatismi che dal carminio sfumano al magenta fino all’interno biancastro, identificabile per la tipica forma appiattita, la cipolla rossa di Acquaviva vanta una lunga storia risalente al XIX secolo. Già nel corso dell’800, infatti, la presenza rilevante di falde acquifere nel sottosuolo acquavivese, limoso e pieno di potassio, ne ha permesso la coltivazione e la conoscenza oltre i confini regionali. Eletta Presidio Slowfood nel 2004, la cipolla rossa di Acquaviva è annoverata nell’elenco dei prodotti tipici pugliesi divenuti emblemi di un modello di agricoltura che tutela le biodiversità locali e salvaguarda i sapori e i saperi di un territorio.

A illustrare le peculiarità del bulbo dal colore vivido-sgargiante ci ha pensato, introdotto dalla giornalista di RuvoLive.it Veronique Fracchiolla, il dottor Vito Abrusci, autore del libro “La cipolla rossa di Acquaviva nella cucina mediterranea”, presentato giovedì scorso nella piazzetta antistante l’Infopoint di Ruvo di Puglia.

Concluso l’ampio excursus sulla storia e sugli aneddoti legati al tubero, Abrusci ne ha illustrato le proprietà organolettiche e i benefici salutistici derivanti dal suo utilizzo. La buona attività antiossidante determinata dalla presenza di antociani, flavonoidi e fenoli aiuta la prevenzione di patologie degenerative. I suoi composti solforati sono dunque capaci di prevenire l’aterosclerosi, inibire l’aggregazione delle piastrine, abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo, favorire la diuresi nonché stimolare l’azione antisettica, disinfettante e antitumorale. Una dieta composta da questo ortaggio unito a frutta e verdura protegge da malattie renali, cardiache e da ictus e mantiene sano l’apparato digerente.

L’incontro è proseguito con una degustazione a base di un’insalata variopinta di verdure con cipolle rosse e ceci neri, prodotti tipici del fertile terreno di Acquaviva.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • biagio anselmi ha scritto il 18 settembre 2019 alle 19:02 :

    e di come cura l'alitosi? ne vogliamo parlare? basta un assaggio e la bocca profuma come un bouquet primaverile... Rispondi a biagio anselmi