Sesta edizione

Torna il Festival dei cammini Viator

​Si parte oggi alle 18 nel Museo diocesano di Molfetta​ con la conferenza concerto a cura di Giovannangelo de Gennaro, Nicola Nesta e Michele Lobaccaro dal titolo “Un Medioevo musicale che continua”

Cultura
Ruvo di Puglia venerdì 20 settembre 2019
di La Redazione
Calixtinus
Calixtinus © n.c.

Ritorna il Festival dei cammini Viator in versione settembrina. L’evento, che della tematica dei cammini indaga l’aspetto più filologico e filosofico, è alla sua sesta edizione e quest’anno propone tre appuntamenti.

Oggi, venerdì 20 settembre, nel Museo diocesano di Molfetta, alle 18, “Un Medioevo musicale che continua”, conferenza concerto a cura di Giovannangelo de Gennaro, Nicola Nesta e Michele Lobaccaro. Un dialogo musicale e ragionato che parte dalla domanda su cosa ci ha lasciato oggi l’eredità musicale medievale. È un campo di indagine affascinante che si cercherà di esplorare attraverso fonti scritte, iconografia, memoria, tradizione e oralità. L’invisibilium che perdura nel tempo.

Domani, sabato 21 settembre, nel Duomo di Molfetta alle 19.45 visita guidata (prenotabile presso l’InfoPoint Turistico di Molfetta) e alle 20.30 concerto di Michel Godard e dell’Ensemble CalixtinuS
Trace of Grace, che riprendono il cammino insieme dopo il loro primo pellegrinaggio musicale verso Castel del Monte. Proprio in quel luogo hanno registrato nel 2000 un disco per la casa discografica tedesca Enja Record. In questo incontro, l’antico incontra il contemporaneo e rimane solo l’essenza. La traccia di grazia si trasforma in musica creata da Godard per voci e strumenti antichi e moderni. Il risultato finale è un viaggio tra le melodie arcaiche bizantine, armene e gregoriane con composizioni contemporanee di un grande musicista compositore qual è Michel Godard.

Domenica 22 settembre nella Comunità Casa di Ruvo di Puglia, a conclusione della manifestazione Waiting for…Il cammino di don Tonino 1° tappa, alle 20.30 concerto Un’ala di riserva - Messa laica per don Tonino Bello con Michele Lobaccaro, Fabrizio Piepoli, Rocco Capri Chiumarulo e Alessandro Pipino.

Un vero e proprio procedere a piedi lungo la strada segnata dal grande Vescovo di Molfetta. I brani originali, composti da Michele Lobaccaro, traggono ispirazione da alcuni scritti del vescovo. A livello musicale fondono arcano e moderno, in una miscela dialettica che affianca canti liturgici ed echi mediterranei.

Gli incontri di Viator trasportano i partecipanti nell’affascinante mondo del pellegrinaggio effettuato lungo gli antichi cammini medievali, i quali oggi si stanno ripopolando di moderni camminatori alla ricerca di una dimensione più autentica del viaggio esteriore e interiore. Infatti i cammini sono paragonabili a organismi molto complessi e vivaci, come dei microcosmi dove le vicende belle e brutte della vita si alternano e si incrociano e aiutano il camminatore a dare senso alle cose essenziali dell’esistenza.

Viator è ideato dall’omonima associazione culturale e curato dai musicisti Giovannangelo De Gennaro dell’ensemble Calixtinus e pellegrino per vocazione, e Michele Lobaccaro, autore e leader dei Radiodervish, ed è sostenuto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Molfetta, Sara Allegretta, e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ruvo di Puglia, Monica Filograno, nell’ambito della rassegna #Immaginari.

L’intero programma gode del patrocinio di: Comune di Molfetta - Assessorato alla Cultura; Comune di Ruvo - Assessorato alla Cultura; Presidenza del Consiglio della Regione Puglia; Assessorato Cultura e Turismo della Regione Puglia; Associazione Viator; Diocesi di Molfetta Terlizzi Giovinazzo Ruvo; Comunità CASA don Tonino Bello; Settimana Santa in Puglia; Associazione Puglia Autentica; Associazione Europea Vie Francigene; Associazione il Cammino di Don Tonino; Museo Diocesano Molfetta; Cooperativa FeArT.

Lascia il tuo commento
commenti